--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Violenza sessuale su minore - La procura aveva chiesto l'archiviazione - La madre della bimba vuole altre indagini

Padre scagionato dagli abusi sulla figlia ma l’ex moglie si oppone

Condividi la notizia:

L'avvocato Giovanni Bartoletti

L’avvocato Giovanni Bartoletti 

Montefiascone – Si sentiva vicino alla fine di un incubo, dopo la richiesta di archiviazione della procura, che lo accusava di aver violentato la figlia piccola. Invece no.

Per un imprenditore 40enne di Montefiascone non è ancora finita la battaglia per dimostrare la sua innocenza, anche se gli stessi inquirenti che lo fecero arrestare nel 2011 hanno dovuto fare un passo indietro e chiedere l’archiviazione. Non è bastato. 

L’ex moglie ha fatto opposizione: chiede nuove indagini per non chiudere il caso. La segnalazione ai servizi sociali era partita proprio dalla donna, cinque anni fa. Diceva di aver raccolto le confidenze della piccola, all’epoca una bambina di 5 anni appena, poi ascoltata anche dalla sezione specializzata in abusi su minori della squadra mobile.

Per l’imprenditore scatta l’arresto il 9 settembre 2011. Quattro giorni di domiciliari. Poi la libertà, con divieto di frequentare la casa in cui vivevano ex moglie e figlia. Il rapporto con la bambina non si è mai più ricucito. La difesa, rappresentata dall’avvocato Giovanni Bartoletti, non ha mai fatto mistero di ritenere che la denuncia dell’ex moglie fosse strumentale, dettata dai rapporti all’epoca tesissimi col marito, sfociati nella causa per la separazione.

Ascoltata in incidente probatorio, durante le indagini, la piccola è stata ritenuta inattendibile e fortemente suggestionata da tutti gli esperti interpellati sul caso, compresi i consulenti dell’accusa. Da qui la richiesta di archiviazione avanzata dal pm Renzo Petroselli, titolare delle indagini. 

Ieri, davanti al gip Stefano Pepe, era fissata l’udienza per discutere i motivi dell’opposizione all’archiviazione da parte dell’ex moglie. Udienza rinviata a giugno.


Condividi la notizia:
16 gennaio, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR