Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Tuscania - In aula la testimonianza della 27enne

Violenza sessuale sulla badante, uomo a processo

Condividi la notizia:

Tuscania

Tuscania

Tuscania – Allunga le mani sulla badante, uomo a processo con l’accusa di violenza sessuale. In aula la testimonianza della donna, romena di 27 anni, che ha sporto denuncia contro il datore di lavoro.

I fatti risalgono all’ottobre 2011. La badante racconta in aula di aver trovato lavoro grazie a un annuncio su un giornale. “Mi offriva 900 euro al mese – dice la 27enne davanti al collegio dei giudici -. Poi ho scoperto che dovevo lavorare tutto il giorno, tutti i giorni: dalla mattina presto a tarda sera. Non potevo lavorare in quelle condizioni, né vivere in quella casa: erano in tantissimi e dovevo dormivo in salone. Nella stanza non c’erano neppure le porte”.

La donna vuole andarsene. “Ho lavorato per pochissimi giorni – continua la badante – ma sono stata malissimo. Venivo trattata come una vera e propria schiava. Quando ho chiesto il licenziamento sono iniziate le minacce e le offese. Il signore non mi rispettava, mi chiamava addirittura puttana. Mi ha anche costretta a fare i massaggi alla moglie: la sera, dopo che avevo lavorato tutto il giorno e anche se non sapevo farli”.

La violenza sessuale, secondo la 27enne, si sarebbe consumata durante uno di questi massaggi. “Le mie mani erano sulla schiena della moglie – racconta la donna -, quando all’improvviso mi sono sentita toccare. La mano del signore era sulla mia schiena, ma l’ha appoggiata in un modo non piacevole. Ho avuto paura e sono andata via. Sono corsa dai carabinieri per sporgere denuncia”. Ma per la difesa dell’uomo il datore di lavoro stava solo mostrando alla badante come fare il massaggio alla moglie.

Davanti al tribunale di Viterbo anche la testimonianza di un amico della 27enne. “Da quanto lavorava in quella casa – dice in aula – mi telefonava tutte le sere piangendo. Non si sentiva a suo agio né sicura. Non stava bene. Una notte mi ha chiamato perché l’uomo le si era presentato nudo in camera e voleva avere rapporti con lei”.

Un maresciallo dei carabinieri racconta ai giudici che “la denuncia della 27enne non è stata l’unica sporta per violenza sessuale nei confronti dell’uomo”. Prima di lei si sarebbero rivolte ai militari altre tre badanti. “I loro racconti fatti in caserma – sottolinea il carabiniere – erano tutte molto simili tra di loro”. Per questo i giudici hanno disposto una rogatoria internazionale per acquisire il racconto di una delle tre ragazze tornata in patria.

A inizio 2017 la prossima udienza.


Condividi la notizia:
16 novembre, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR