--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Trovato con eroina, cocaina e hashish, resta agli arresti fino al processo per direttissima

Trentenne fermato per spaccio, confermati i domiciliari

Condividi la notizia:

Viterbo - Il tribunale

Viterbo – Il tribunale

 

L'avvocato Franco Taurchini

L’avvocato Franco Taurchini

Viterbo – Eroina, cocaina e hashish. Resterà agli arresti domiciliari fino al processo per direttissima fissato per il primo marzo il trentenne viterbese arrestato martedì dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Il giudice Giacomo Autizi, ieri mattina, ha convalidato il fermo, confermando per il giovane, un disoccupato, la misura di custodia cautelare dei domiciliari disposta dal sostituto procuratore Paola Conti al momento dell’arresto.

Contemporaneamente è stata accolta la richiesta di termini a difesa dell’avvocato Franco Taurchini, per cui il presunto spacciatore sarà giudicato fra poco più di un mese, rimanendo nel frattempo ai domciliari.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Viterbo, lo hanno fermato nella tarda serata del 23 gennaio, mentre si trovava in automobile, insospettiti dall’atteggiamento del giovane. Dopo averlo pedinato con servizi di osservazione, lo hanno perquisito, personalmente e a casa.

In tutto hanno trovato circa 8 grammi di eroina, 2 grammi di marijuana e mezzo grammo di cocaina, suddivise in dosi, oltre a tutto l’occorrente per il taglio e il confezionamento della droga. E’ quindi scattato l’arresto per spaccio e il 30enne è stato sottoposto ai domiciliari. 


Condividi la notizia:
26 gennaio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR