--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - A processo per spaccio e detenzione abusiva di una baionetta e due bossoli

Piante di cannabis, armi e munizioni da guerra nel casolare di campagna…

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale

Vetralla – (sil.co.) – Cercano la droga, trovano anche le armi. Si tratta di un’operazione dei carabinieri del Norm della compagnia di Ronciglione che, su input di una fonte confidenziale, il 22 agosto 2014 hanno messo a segno un blitz a casa di un presunto spacciatore di Vetralla.

L’uomo, difeso dall’avvocato Paolo Delle Monache,  è finito sotto processo davanti al collegio presieduto dal giudice Silvia Mattei, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni da guerra. 

Testimone uno dei militari che hanno preso parte all’operazione.

“D’iniziativa, in seguito all’informazione ricevuta, abbiamo effettuato una perquisizione personale e domiciliare a casa del sospettato, che vive in un casale di campagna, dove ci sono coltivazioni e animali vari. Abbiamo sequestrato quattro vasi di cannabis, due con le piante senza le foglie, una essiccata e un’altra in piena infiorescenza. Dentro casa, inoltre, deteneva una baionetta appuntita munita di fodera, parte di un fucile, nonché due bossoli da guerra”, ha spiegato il militare. 

Su richiesta del pm Stefano D’Arma, il tribunale ha acquisito sia la relazione sulla sostanza stupefacente del nucleo investigativo dei carabinieri di Viterbo, sia la dichiarazione del titolare di un’attività commerciale di armi in ordine ai bossoli da guerra in sequestro. 

La difesa ha fatto notare come l’imputato non sia stato trovato da solo in casa, ma con la compagna e come addosso non avesse nulla, né la droga, né le armi. 

Il processo è stato rinviato al 15 gennaio per la sentenza. 

 

 

13 giugno, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR