--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - È la visione della maggioranza su un settore importante, scorrendo la lista dei progetti su cui investire 380mila euro dell'imposta di soggiorno

Lo sviluppo del turismo passa dai cessi e dalle panchine

Condividi la notizia:

Viterbo vista dall'alto

Viterbo vista dall’alto

Viterbo – (g.f.) – Servono panchine, 19mila euro, ma pure bagni pubblici. Per sessantamila euro. Tanto, c’è l’imposta di soggiorno.

Per il 2019 si prevedono entrate pari a 380mila euro, grazie anche al raddoppio del balzello a carico di chi soggiorna in città.

Da settimane si discute su come investire la consistente somma. Con relative, pesanti, polemiche sull’utilizzo.

Non un grande progetto, ma tanti progettini, spesucce. Di cui si potrebbero tranquillamente far carico i vari settori. E spendere diversamente e soprattutto meglio, le entrate, con finalità turistiche.

Forse lo saranno anche le panchine, per un turismo stanziale o i bagni pubblici, per un turismo dai tanti bisogni.

Secondo le intenzioni della maggioranza, ci sono da spendere 12.200 euro per due cartelloni pubblicitari sull’autostrada, un investimento che arriva dal passato.

Quindi, non meglio specificati interventi di concerto con le associazioni del comparto turistico. 38Mila euro d’iniziative, probabilmente a pioggia.

Per il marketing se ne andranno centomila euro e una cifra più modesta ma comunque dignitosa, novemila euro, per acquistare stampati.

Tra le voci, 38mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Tradotto: rifare il bagno al Teatro dell’Unione. Ancora servizi igienici. Un pallino del centrodestra.

Sessantamila euro nelle intenzioni, dovranno andare alla redazione del sistema museale, quindi 27mila 800 euro a impiantistica pubblicitaria e cartellonistica e 38mila per il recupero dell’area termale. Quale e come non è dato sapere.

Non si vedono grandi progetti, clamorose idee per lo sviluppo turistico di Viterbo. Solo spese e spesucce.


Articoli: Imposta di soggiorno, 380mila euro della discordia – “Altra figura di merda”, centrodestra ko in commissione


Condividi la notizia:
31 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR