--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Bassano Romano - Colpo di scena all'ultima udienza del processo - Per un vizio si ricomincia daccapo e l'agente arriva con un avvocato, pronta a chiedere i danni

Dà della “zoccola” alla vigilessa per una multa e lei si costituisce parte civile

Condividi la notizia:

Viterbo - Palazzo di giustizia

Viterbo – Palazzo di giustizia

Bassano Romano – (sil.co.) – Protesta per la contravvenzione, la vigilessa lo denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. 

I fatti risalgono al 6 agosto 2015. “Zoccola, mignotta, mo’ te vengo a da’ du’ pizze, ti metto sotto con la macchina, ti stacco la capoccia”. Sarebbero le parole proferite dall’imputato contro la presunta vittima, nella concitazione della protesta per la contravvenzione.

Una multa per divieto di sosta che l’uomo, un dipendente del Vaticano, avrebbe beccato nell’arco dei pochi minuti in cui sarebbe salito in casa, al ritorno dal lavoro, per recuperare la consorte con la figlioletta, il passeggino e altre attrezzature per il bebè, quindi ripartire in auto con la famiglia. 

Nei giorni scorsi il giudice Giacomo Autizi avrebbe dovuto sentire sia la vittima che l’imputato per poi chiudere il processo. Invece è emerso un vizio nella costituzione delle parti, per cui il procedimento è tornato indietro, all’udienza di ammissione delle prove. E a sorpresa la vigilessa, assistita dall’avvocato Patrizia Falsino, si è costituita parte civile, intenzionata a ottenere un risarcimento dei danni. Un imprevisto colpo di scena che va ad aggravare la posizione dell’imputato. 

In queste vesti, e non solo come parte offesa, sarà quindi sentita il prossimo 6 febbraio, quando il processo, di fatto, ricomincerà daccapo. 

Secondo l’accusa, l’imputato, difeso dall’avvocato Noemi Palermo, avrebbe fatto anche il verso di investirla con l’automobile, minacciando e insultando pesantemente l’agente della polizia locale del comune di Bassano Romano. 

– Protesta per la contravvenzione, la vigilessa lo denuncia

 


Condividi la notizia:
16 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR