--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ambiente - Umberto Fusco, Enrico Maria Contardo, Franco Caprioli e Sandro Giulivi annunciano di non volere accettare la decisione del presidente della regione Nicola Zingaretti

“Rifiuti da Roma, schiaffo per la Tuscia declassata a territorio di serie B”

Condividi la notizia:

Umberto Fusco

Umberto Fusco

Il vicesindaco Enrico Maria Contardo

Il vicesindaco Enrico Maria Contardo

Franco Caprioli

Franco Caprioli

Il sindaco Alessandro Giulivi

Il sindaco Alessandro Giulivi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Roma affoga nei rifiuti, e Nicola Zingaretti ci mette una pezza ricoprendo di immondizia i comuni del Lazio, tra cui Viterbo.

Leggiamo in un’apposita ordinanza che Ecologia Viterbo dovrà “garantire la massima operatività, con turni ulteriori di lavoro anche nei festivi, per soddisfare le richieste di smaltimento degli scarti prodotti dal ciclo dei rifiuti urbani di Roma e di operare con decorrenza immediata al massimo della capacità di trattamento autorizzata su base giornaliera secondo le richieste che Ama formalizzerà”.

Anche stavolta il Partito democratico ha superato se stesso. L’azione di governo della sinistra alla guida della regione Lazio si conferma ancora una volta semplicemente scandalosa.

Anziché risolvere i problemi, li scarica sugli altri. E nel farlo, in questo caso, il segretario nazionale del Partito democratico rifila l’ennesimo schiaffo alla provincia di Viterbo, declassata a territorio di serie B, destinato ad affogare sotto i rifiuti di Roma.

Ci duole per il presidente Zingaretti, ma questa non è la sorte che abbiamo scelto per la nostra Tuscia. La Lega è il primo partito al comune di Viterbo e governa in altrettanti centri importanti come Civita Castellana, Tarquinia, Monteromano, Vejano e Capodimonte.

Non troverà, quindi, coalizioni compiacenti ad accettare supinamente che il proprio territorio subisca le conseguenze delle sue politiche disastrose.

Siamo pronti ad intervenire con qualunque mezzo affinché Viterbo non debba pagare lo scotto della fallimentare politica di Virginia Raggi nella gestione del ciclo dei rifiuti. È arrivato il momento che i problemi di Roma, li risolva Roma.

Perché se non si riesce a dare risposte ai cittadini su servizi basilari, forse è il caso di iniziare a pensare di mettersi da parte. Ma non è più tollerabile questo scaricabarile delle problematiche romane sulle province.

La Lega è un partito che si è sempre distinto per la tutela e la difesa del proprio territorio. Ed è quello che siamo pronti a fare, affinché la nostra provincia, da oggi, in poi, con la Lega finalmente forza di governo, possa ricevere l’attenzione e il rispetto che merita.

Umberto Fusco
Senatore Lega

Enrico Maria Contardo
Vicesindaco Viterbo

Franco Caprioli
Sindaco Civita Castellana

Sandro Giulivi
Sindaco Tarquinia


Articoli: Frontini: “Rifiuti da Roma, siamo stufi dei soprusi dei partiti” – Raggi: “Speriamo che i camion possano scaricare i rifiuti e non trovino cancelli chiusi…” – Lega: “Emergenza rifiuti: Viterbo aiuterà Roma, quando Roma aiuterà Viterbo” – “Impianto di Viterbo aperto pure la domenica per i rifiuti di Roma”


Condividi la notizia:
6 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR