--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - I residenti della zona alta di Zepponami sul piede di guerra – Nuova lettera inviata al sindaco e alla Talete

“Dopo tre mesi senz’acqua, pronti a chiamare Striscia la notizia”

di Michele Mari
Condividi la notizia:

I tecnici della Talete al lavoro a Zepponami

I tecnici della Talete al lavoro a Zepponami

I tecnici della Talete al lavoro a Zepponami

I tecnici della Talete al lavoro a Zepponami

Montefiascone –  “Dopo tre mesi senz’acqua, pronti a chiamare Striscia la notizia”. I residenti della zona alta di Zepponami ancora alla prese con il problema della mancanza di acqua nelle loro abitazioni.

Dopo tre mesi di promesse e di attese, nulla è stato fatto per la risoluzione definitiva dei rubinetti a secco. Infatti il sindaco di Montefiascone Massimo Paolini e la Talete avevano promesso l’inizio dei lavori per la nuova tubazione nel mese di settembre. Ma a oggi ancora non è stato avviato nessun intervento.

A oltre un mese dalla data preannunciata di inizio dei lavori, i residenti hanno protocollato venerdì 4 ottobre una nuova lettera indirizzata al sindaco di Montefiascone e al presidente della Talete.

“Lo scorso 11 luglio – scrivono i residenti – a seguito dell’ormai noto problema della mancanza di fornitura di acqua nella nostre abitazioni, avevamo presentato un esposto. Ad oggi non è pervenuta alcuna risposta a riguardo, né appare evidente che siano iniziati i lavori per la realizzazione di una nuova conduttura di acqua a maggiore portata; lavori di cui eravamo stati informati da alcuni tecnici della società Talete e che avrebbero dovuto essere realizzati in collaborazione con il comune di Montefiascone”.

I residenti della zona alta di Zepponami, lo scorso mese di giugno sono rimasti per interi giorni senza acqua dai rubinetti. Dopo gli interventi dei tecnici della Talete sulla pressione, l’acqua è arrivata, ma a giorni o a ore alterne e i disagi sono continuati. Per questo chiedono notizie e tempi certi per la realizzazione della nuota tubatura.

“Si richiedono notizie certe e circostanziate – continua la lettera – ognuno per la parte di proprie competenze, circa la data di inizio e i tempi di esecuzione di tali opere. Si tiene comunque a precisare che non essendo stato risolto il grave disservizio riguardante l’acqua che è un bene pubblico essenziale e che l’interruzione o l’inefficacia del servizio può configurare responsabilità di origine penale e civile, oltre che amministrativa, si preavvisa che i firmatari dell’esposto adiranno alle vie legali, nonché a informare gli organi si stampa, interessando anche il noto programma Striscia la notizia con il quale siamo già in contatto”.

I disagi per gli abitanti della zona continuano, al momento l’acqua arriva nelle loro case a ore alterne.

“L’acqua non viene la mattina e la sera – spiega un residente – e la pressione è cosi bassa che le caldaia non si azionano e non abbiamo quindi nemmeno l’acqua calda. La Talete e il sindaco ci hanno fatto soltanto promesse da marinaio. Abbiamo aspettato per tre lunghi mesi con enormi difficoltà quotidiane l’inizio dei lavori di messa in opera della nuova condotta che Talete e il comune avrebbero dovuto realizzare lo scorso mese di settembre. Ma gli interventi non sono mai iniziati e sembra che non ci sia nemmeno l’intenzione di procedere in tal senso”.

I cittadini sono sul piede di guerra e sono pronti a tutto, compreso manifestazioni eclatanti.

“Abbiamo scritto nuovamente – continua un residente – al sindaco e alla Talete precisando che siamo pronti ad adire alle vie legali e a presentare formali denunce per interruzione di pubblico servizio considerando che l’acqua è un bene primario. Non ci arrendiamo. Porteremo avanti la protesta e siamo pronti a far intervenire Striscia la notizia con la quale siamo già in contatto”.

Michele Mari


Articoli: Mancanza di acqua a Zepponami, i residenti presentano un esposto – “L’acqua arriva nelle nostre case a ore alterne” – “Da cinque giorni senz’acqua e i disagi continuano” – “Da giorni senz’acqua, siamo pronti a bloccare la Cassia”


Condividi la notizia:
6 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR