--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La frase che compare sulla panchina realizzata degli alunni della scuola secondaria di Grotte Santo Stefano contro la violenza sulle donne

“Ricordiamo che il colore dell’amore è rosso passione e non viola tumefatto”

Condividi la notizia:

La panchina rossa alla scuola secondaria di Grotte Santo Stefano

La panchina rossa alla scuola secondaria di Grotte Santo Stefano

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il 25 novembre, anche gli alunni della scuola secondaria di Grotte Santo Stefano, con la dirigente scolastica Claudia Prosperoni e i docenti Bendia, Della Casa, Ficari, Giacobbi, Seccafieno e Serafini, hanno aderito al progetto “Panchine rosse” allo scopo di sensibilizzare e informare sul tema della violenza nei confronti delle donne.

Sullo schienale della panchina, dipinta da due mamme degli alunni, le signore Tiziana Galbo e Anna Paola Romoli, è stata collocata una targa con inciso “Ricordiamo che il colore dell’amore è rosso passione e non viola tumefatto”.

La panchina rossa sarà sempre presente nella comunità come monito per la difesa dei diritti delle donne e contro ogni forma di violenza di genere.

I ragazzi hanno quindi intonato il rap Non è normale che sia normale, scritto e cantato dalle studentesse e dagli studenti del Copernico-Carpeggiani di Ferrara, e fatto volare tanti palloncini rossi.
Un gesto simbolico per non dimenticare.
Grazie a tutti per la partecipazione.

Istituto Pio Fedi
Scuola Secondaria di Grotte Santo Stefano


Condividi la notizia:
26 novembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR