Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - L'esponente di FI attacca il cantante, protagonista di Sanremo, che ha definito "frustrati e falliti" i carabinieri dopo il festival di Vulci - VIDEO

Maurizio Gasparri contro Achille Lauro: “Ti denuncio”

Condividi la notizia:

Achille Lauro a Sanremo 2020

Achille Lauro a Sanremo 2020

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri

Montalto di Castro – Non solo i sindacati. Contro Achille Lauro, che in un video dopo il festival di Vulci ha definito “frustrati e falliti” i carabinieri, si è scagliato anche Maurizio Gasparri.

L’espnente di Forza Italia, in due filmati su Facebook, ha promesso al cantante: “Ti denuncerò”. E ha aggiunto una serie di insulti tra i quali: “Achille Lauro fai schifo. Achille Lauro sei una vergogna. Puoi piacere solo a dei deficienti. Uno che insulta i carabinieri dovrebbe stare in galera. Con te denuncerò tutti i guitti Rai che ti offrono dei palcoscenici”

Nasce tutto dalla notizia su un vecchio video (datato 2018 ma rilanciato in questi giorni da Gianni Tonelli, deputato della Lega e segretario del Sindacato autonomo di polizia) in cui Achille Lauro definisce “frustrati e falliti” i carabinieri per delle perquisizioni fuori dal Vulci Live Fest, dove il trapper avrebbe dovuto esibirsi: la performance è poi saltata a causa del maltempo.

Nel filmato l’interprete di Rolls Royce e di Me ne frego diceva: “Al festival di Vulci, vicino Montalto di Castro, è successa una cosa raccapricciante, imbarazzante, disgustosa e al limite dell’umanità. Parlo dei carabinieri fuori dal festival. Ho assistito personalmente a perquisizioni, alle quattro del pomeriggio, a dei bambini per delle cartine in tasca, fatte da 40enni e 50enni. Carabinieri frustrati, falliti. Se la prendono con dei bambini che vanno a vedere tranquillamente un concerto. Terrorizzandoli, calpestando la cultura, l’arte e l’espressione artistica. Tutto ciò per due canne di merda”.

“Non stiamo parlando – concludeva Lauro – di abuso di stupefacenti pesanti. Non stiamo parlando di traffico di stupefacenti. Stiamo parlando di divertimento, nei limiti dell’intelligenza. E di persone di cinquant’anni che se la prendono con dei minorenni”.

Sempre via video è arrivato l’attacco di Maurizio Gasparri. Oltre a promettere denunce, l’esponente di Forza Italia ha affermato: “Achille Lauro si deve vergognare. Ha offeso i carabinieri, mettiamolo a tacere. Insulta tutti, inneggia all’uso di droghe e dice che i carabinieri sono dei falliti e dei frustrati perché fanno controlli contro le droghe ai concerti. E’ un personaggio vergognoso”.

Lauro è stato protagonista dell’ultimo festival di Sanremo. E Gasparri se la prende anche con Fabrizio Salini, amministratore delegato della Rai. “Vergogna Salini – tuona il politico -, che ha fatto salire Lauro sul palco di Sanremo. Noi combattiamo la gente che diseduca i giovani e inneggia alla droga. La Rai ha buttato un sacco di soldi per questi personaggi. Io sono contro Lauro, perché sono per i carabinieri, per la legalità e per chi serve lo stato”.

Contro il cantante si erano già espressi i sindacati dell’Arma. Da Massimiliano Zetti (Nsc) a Salvatore Rullo (Siulm), si è parlato di “vilipendio”. “Se si verificassero altri episodi del genere – aveva dichiarato Zetti all’Adnkronos -, in futuro non escludiamo di fare denunce costituendoci in quanto sindacato parte civile. La situazione è diventata intollerabile”.


Condividi la notizia:
10 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR