Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Il capogruppo Sandro Leonardi annuncia la sua posizione nei confronti dell’assessora dopo che quest’ultima ha votato contro il documento unico di programmazione nell’ultimo consiglio comunale

“Voteremo contro i punti della Chiatti fino alla fine del mandato”

di Michele Mari
Condividi la notizia:

Montefiascone - Il consigliere comunale Sandro Leonardi

 Sandro Leonardi

Montefiascone - Consiglio comunale - Lo scontro tra l'assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – Consiglio comunale – Lo scontro tra l’assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone - Consiglio comunale - Lo scontro tra l'assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – Consiglio comunale – Lo scontro tra l’assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – “Voteremo contrario ai punti della Chiatti fino alla fine del mandato”. Il capogruppo della maggioranza Sandro Leonardi annuncia la sua posizione e quella del suo gruppo nei confronti dell’assessora Rita Chiatti dopo che quest’ultima ha votato contro il documento unico di programmazione nell’ultimo consiglio comunale.

Il consigliere sottolinea che non c’è nessuna crisi all’interno dell’amministrazione ma la sua compagine composta dalla vicesindaca Orietta Celeste, dall’assessore Fabio Notazio e dai consiglieri Deborah Pompei e Rossano Capocecera non voteranno più punti proposti dalla Chiatti.

Inoltre Leonardi chiama in causa direttamente il sindaco: infatti sarà quest’ultimo a decidere le “sorti” dell’assessora. Infine il capogruppo pone già le basi per le prossime elezioni comunali della primavera 2021.

“Non c’è nessuna crisi in comune – spiega Sandro Leonardi -, ho preso un impegno con il popolo e lo porto a termine. La Chiatti è un assessore da tre anni, eletta con 216 voti. Senza le dimissioni di Claudia Roscani non sarebbe neanche entrata in giunta e ha preso dieci voti in più di Deborah Pompei. Con duecento voti non si può lamentare, io per esempio con 450 sto facendo il consigliere comunale. Questo è un dato di fatto”.

Sandro Leonardi analizza lo scontro in consiglio comunale con l’assessora, che ha portato Rita Chiatti a votare in modo contrario al documento unico di programmazione (Dup) per la mancanza di alcuni suoi obiettivi. Non si è fatta attendere la risposta del capogruppo e dei suoi nell’assise comunale dove al punto ‘comune amico delle api’ Leonardi, Notazio e Capocecera hanno votato contro mentre la Celeste si è astenuta. Invece nel punto sull’adesione al comitato per la geotermia i quattro si sono astenuti. Entrambi i progetti erano stati proposti dalla Chiatti.

“Sul fatto che la Chiatti – spiega Sandro Leonardi – si lamenta che nel Dup siano stati tolti alcuni suoi obiettivi, non ne ero a conoscenza, ma si vede benissimo la sua inesperienza. Infatti poteva tranquillamente chiedere di votare i punti che mancavano e tutta la maggioranza l’avrebbe sostenuta facendoli passare in consiglio comunale”.

Ormai è scontro tra i due e Leonardi annuncia la sua posizione e quella del suo gruppo sulla vicenda, tutta interna alla maggioranza.

“Al prossimo consiglio comunale sulla posizione della Chiatti sarò molto chiaro – annuncia Leonardi -. Per me e il mio gruppo, composto da Celeste, Notazio, Capocera e Pompei, qualsiasi cosa porterà l’assessora Chiatti, sempre se il sindaco la terrà come assessora, verrà votata in modo contrario fino alla fine del mandato. Il mio gruppo è compatto e quando un assessore vota contro il Dup, che è lo strumento di programmazione che si dà al sindaco, significa sfiduciare il primo cittadino. Quindi ora sta a Paolini decidere se la Chiatti può continuare a fare l’assessore oppure diventare consigliere”.

Il capogruppo rimarca i progetti concretizzati dall’amministrazione in questi quattro anni.

“A un anno delle prossime elezioni – aggiunge Sandro Leonardi – per quanto mi riguarda l’amministrazione porterà a termine il suo mandato con degli obiettivi che rimarranno nella storia. Due di questi sono la variante al piano regolatore e il regolamento edilizio, fermo ai tempi del podestà, portati a termine dall’assessore Massimo Ceccarelli. Questi sono due obiettivi fondamentali che saranno il futuro di Montefiascone”. 

“L’assessore Paolo Manzi – continua Leonardi – ha invece concretizzato la sicurezza del territorio con il sistema di videosorveglianza e portato avanti brillantemente la delega alla protezione civile in questa emergenza coronavirus. La vicesindaca Orietta Celeste, in questo momento di Covid-19, ha dimostrato, con la sua guida in prima battuta, l’efficienza dei servizi sociali del comune. Inoltre l’assessore Fabio Notazio è un giovane su cui investire e nelle sue deleghe sta concretizzando diversi progetti sempre nell’interesse di Montefiascone. Nonostante le difficoltà di bilancio, dei debiti fuori bilancio e dell’emergenza coronavirus abbiamo fatto cose importanti e per la prima volta abbiamo effettuato una modernizzazione della macchina amministrativa”.

Ma l’attenzione di Sandro Leonardi, uomo da ben 450 voti e il più votato tra gli uomini nell’ultima tornata elettorale tra tutte le liste presenti, è già rivolta alle prossime comunali del 2021.

“Dai consiglieri Deborah Pompei e Rossano Capocecera, mio uomo di fiducia, persona seria e preparata – conclude il capogruppo della maggioranza -, insieme a Orietta Celeste, Massimo Ceccarelli, Paolo Manzi, Fabio Notazio ed io, partirà la prossima amministrazione. Queste sette persone saranno il fulcro su cui si baserà la lista civica che si presenterà al popolo e che farà accordi soltanto con chi vuole il bene di Montefiascone”.

Michele Mari


Aria di crisi: l’assessora Chiatti vota con l’opposizione, l’ira del capogruppo Leonardi


Condividi la notizia:
27 aprile, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR