Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Consiglio comunale in diretta - Colpo di scena: Quintarelli: "Ho chiesto di aderire al gruppo del Pd" ma la capogruppo Ciambella frena e Ricci attacca - Frontini (Viterbo 2020): "In città lavori pubblici fermi" - Buzzi (FdI): "Sono in disaccordo con chi loda il governo" - Erbetti (M5s): "I soldi di governo e regione al momento sono gli unici" - Serra (Viterbo dei Cittadini): "Dobbiamo trovare fondi in bilancio da spendere"

Imposta di soggiorno, delibera approvata e centrodestra spaccato

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Consiglio comunale in videoconferenza

Consiglio comunale in videoconferenza

Consiglio comunale in videoconferenza - Giovanni Arena

Consiglio comunale in videoconferenza – Giovanni Arena

Consiglio comunale in videoconferenza - In alto a destra Salvatori (FdI)

Consiglio comunale in videoconferenza – In alto a destra Salvatori (FdI)

Consiglio comunale in videoconferenza - Luigi Maria Buzzi

Consiglio comunale in videoconferenza – Luigi Maria Buzzi

Viterbo – 22,55 – Bocciato il secondo emendamento dell’opposizione si va al voto della delibera sull’imposta di soggiorno, per posticipare al 16 settembre il versamento delle quote relative al primo quadrimestre. Fratelli d’Italia si astiene, FI, Lega e Fondazione favorevoli e così l’opposizione. Finisce con l’ok al provvedimento 23 favorevoli e 5 astenuti. Così finisce la lunga giornata di consiglio comunale online iniziata poco dopo alle 15,30.


21,50 – Maggioranza ancora spaccata, stavolta sull’emendamento presentato dall’opposizione. FdI e FI votano no, la Lega e Fondazione sì. Si chiede la destinazione dell’imposta di soggiorno, relativa all’anno 2020 a sostegno delle strutture ricettive soggette all’imposta. C’è un altro emendamento dell’opposizione da votare, per lasciare le somme dell’imposta 2019 alle imprese, ma la seduta è sospesa.


21,40 – Bocciati i due emendamenti di Fratelli d’Italia che resta isolata. L’opposizione vota no e così il resto della maggioranza, Forza Italia, Lega e Fondazione. Il sindaco Arena non vota. 5 sì e 24 no per entrambe le proposte.


21. 00 – Si passa agli emendamenti. Quelli di Fratelli d’Italia sono due, uno prevede, da quando le attività riprenderanno, di sospendere per il 2020 l’imposta di soggiorno, oltre a posticipare di versare la parte relativa ai primi quattro mesi dell’anno. “Una decisione ampiamente condivisa – osserva Buzzi (FdI) – su tutto il territorio nazionale. Per aiutare un settore in crisi e si può fare anche subito”. Le minori entrate sarebbero quantificate in circa 100mila euro.


20,30 – C’erano altre proposte, da esplicitare con gli emendamenti, a favore delle strutture in difficoltà, che resterebbero lettera morta con il ritiro degli emendamenti. Stupito Alvaro Ricci (Pd): “Eravamo tutti d’accordo in capigruppo, abbiamo parlato per tre ore e ora si cambia tutto. Che ci riuniamo a fare?”. 


20,13 – Presentata la delibera arrivano gli emendamenti. Anche in maggioranza. Giulio Marini (FI) prova a chiedere di non presentarli, agli esponenti della sua coalizione, a partire da Fratelli d’Italia. Luigi Maria Buzzi, capogruppo FdI: “Non abbiamo preclusioni. Ci confrontiamo – spiega Buzzi – con tutti gli altri”. Anche Massimo Erbetti (M5s) apprezza l’apertura anche da parte del sindaco Arena, tuttavia Erbetti gli emendamenti non li ritira: “Non posso fare uno sgarbo a tante persone, le più colpite, che hanno tanti problemi, dal pagare l’affitto al pagare il pane. I nostri emendamenti vanno in quella direzione”.


20,02 – Imposta di soggiorno, l’amministrazione comunale propone, come anticipato, di posticipare il versamento al comune delle somme del primo quadrimestre, già incassate, al 16 settembre. Una misura per venire incontro alle attività ricettive che sono in forte difficoltà. A presentare la delibera, l’assessora Alessia Mancini (Sviluppo Economico).


19,55 – Ampio dibattito. A volte concreto e altre meno, si arriva alle 20 e le conclusioni sono del sindaco Arena, quando deve ancora essere discusso il punto sull’imposta di soggiorno. “Ho apprezzato tutti gli interventi – spiega Arena – dobbiamo programmare. Farò in modo che dalla prossima settimana si convochi una capigruppo in mia presenza per vedere le se volontà di tutti si possono traslare in atti concreti. Dobbiamo dare un grande segnale di maturità”. Si passa al differimento dell’imposta di soggiorno. 


19,05 – “I soldi che avete investito, a parte le strade non è partito niente”. Alvaro Ricci (Pd) esorta l’amministrazione a trovare risorse per la spesa corrente in un momento di grossa difficoltà.


18,45 – “Dobbiamo fare un lavoro coordinato – spiega Francesco Serra (Viterbo dei Cittadini) – abbiamo proposte, vanno discusse e attendo che anche la maggioranza ne faccia di proprie e poi discutere. Pedonalizzazione del centro, attività culturali vanno programmate, dobbiamo pensare agli aspetti economici e sociali. Dobbiamo trovare in bilancio possibilità di spendere soldi nostri”.


18,28 – Massimo Erbetti (M5s) ringrazia il sindaco Arena: “Lo ringrazio. Per la prima volta ho sentito che i soldi arrivati da regione e stato non erano poi così pochi, 700mila euro e al momento penso che siano le uniche risorse messe in campo”.


18,08 – Alfonso Antoniozzi (Viterbo 2020) chiede che il comune investa ogni centesimo che è nel capitolo cultura per aiutare un settore in forte difficoltà. “La categoria degli operatori dello spettacolo dal vivo sarà l’ultima che smetterà di pensare. Ogni singolo euro non impegnato e nel budget dell’assessorato alla Cultura sia utilizzato per questo fine”.


17,50 – “Siamo disponibili a collaborare ma non per dire sì in maniera acritica – interviene Giacomo Barelli (Forza Civica) – non possiamo dividerci su provvedimenti che servono ai cittadini. Dobbiamo essere veloci e non possiamo aspettare il 30 luglio. Scordiamoci la propaganda, la rifacciamo da gennaio 2021, quando qualcuno avrà ricominciato a lavorare”. Mentre Luigi Maria Buzzi neo capogruppo FdI: “Non sono d’accordo con chi loda il governo e la regione, hanno grosse responsabilità”. Poco fa lo aveva fatto il sindaco Arena per i fondi destinati a buoni spesa”.


17,40 – Si alternano gli interventi, da Merli (Lega) a Ciambella (Pd), fino a Scardozzi che ricorda il lavoro portato avanti in questo periodo d’emergenza dalla protezione civile.


17,12 – Sulle parole del sindaco Arena interviene Chiara Frontini (Viterbo 2020). Ricorda il via libera alle gare di nuoto a Viterbo, quando l’emergenza Coronavirus stava partendo. “Il sindaco si è preso la responsabilità di dare l’ok, responsabilità che si è assunto allora e che non si è assunto poi. Soprattutto ultimamente. Noi abbiamo ancora i parchi chiusi e sono in condizioni terrificanti. Lavori pubblici fermi, mentre in altre città sono andati avanti. Altri comuni si sono presi la responsabilità di firmare ordinanze, atti che sono necessari per interi comparti. Per non parlare delle mascherine, distribuite in modo discutibile e tanti comuni le hanno acquistate”.


17,02 – L’intervento di Arena chiude in positivo: “A maggio cominceremo nonostante la situazione, ad asfaltare le strade, un segno di ripresa per la città. Un milione e mezzo di lavori in due lotti”.


16,53 – Arena e l’emergenza Coronavirus: “Non abbiamo il potere di non far pagare le tasse semmai di rinviare. O nel caso della Tosap dimezzare l’attuale costo e raddoppiando la superficie, venendo incontro a ristoranti e bar che avranno bisogno di più spazio. Dovranno rivedere la loro organizzazione e probabilmente licenziare personale”. Per chi non può allargarsi all’esterno: “Individuare nuovi spazi, magari nuove aree pedonali. Chissà che non si riesca in questa occasione”.


16.45 – “Ci preoccupa il crollo delle entrate, dalle tasse alle multe ai parcheggi”. Continua il sindaco Giovanni Arena. “Mi auguro che ci sia la possibilità presto di manovrare all’interno del bilancio come fatto osservare da consiglieri di minoranza, destinare somme vincolate da utilizzare. Ci serviranno strumenti giuridici. La situazione è drammatica per i comune e per la maggior parte di famiglie viterbesi”. 


16,43 – Tocca al sindaco Giovanni Arena parlare dell’emergenza Coronavirus: “Il primo intervento è stato portare soccorso ai cittadini, poi far riprendere l’economia. Siamo partiti con i pochi fondi del consiglio comunale abbiamo iniziato con i buoni spesa prima dei fondi statali e regionali che sono stati importanti per continuare. Non sono d’accordo sulle polemiche relative ai fondi statali e regionali. Abbiamo superato le duemila famiglie che abbiamo aiutato e riusciremo a coprire anche chi ha la cassaintegrazione. Riusciremo a soddisfare questo tipo di esigenza. Grazie al lavoro dei Servizi sociali”. 


16,37 – “La mia è stata un’apertura totale – replica Ciambella a Ricci – bisogna ripristinare il percorso. Io rispondo agli elettori. Non risponderò a sollecitazioni pubbliche. Le dichiarazioni di Ricci restano lì e non avranno risposta, non mi faccio trascinare su terreni che non hanno ragione di esistere. Non ho in animo di alimentare polemiche che non esistono e non mi appartengono”.


16,31 – Parla Alvaro Ricci (Pd), che attacca Ciambella: “Sono in disaccordo con la mia capogruppo Ciambella. I problemi nel Pd non sono certo favoriti. Questa era un’ottima occasione per favorire il rinascere di certi rapporti che dovevano proseguire anche con l’ingresso di Serra e Delle Monache nel Pd. Quintarelli è iscritto al Pd, la sospensione per avere partecipato alle elezioni con altra lista è superata. Un atteggiamento di autoconservazione da parte della mia capogruppo. Non capisco questa presa di posizione. Ero convinto che oggi avremmo fatto un passo in avanti, partendo dal comune di Viterbo. Una posizione opposta rispetto alle posizioni del Pd, inclusione. Difficoltà a immettere un collega iscritto. Io sono socio paritario di questo gruppo. Siamo in due, cara Luisa, sarebbe corretto se ci fossimo confrontato. Non hai fatto un passaggio con me, sapendo che io ero favorevole. Non mi pare una mossa di grande stile. A occhio e croce non mi è noto di una adesione a un gruppo non accolta. In un gruppo che oltretutto è partito a tre si è ridotto a due. La tua fede cristiana, Luisa, ti dovrebbe portare a perdonare gli errori. Una brutta pagina, sono molto dispiaciuto”.


16,28. “Un caloroso benvenuto a Quintarelli sono certa del suo contributo – parla Luisa Ciambella (Pd) – rispetto alla richiesta di aderire al gruppo, ma sono note a tutti le vicende del Pd c’è bisogno di un chiarimento che può portare a un nuovo assetto del gruppo. Sono a disposizione dei vertici del partito, partendo da un dialogo. Auspico che il Pd possa ospitare ben piantate dei 12 consiglieri della scorsa legislatura, però ci sono stati problemi. Ribadisco la disponibilità ma serve un chiarimento. Va perseguito l’obiettivo di unità, auspico che il dialogo possa partire fin da subito”.


16,14 – Nel gruppo Viterbo dei Cittadini Paola Frittelli si è dimessa, entra Mario Quintarelli. Per lui un ritorno a palazzo dei Priori.  Quintarelli ringrazia Frittelli per il lavoro che sta svolgendo nell’ambito sanitario. “Ha sempre dimostrato grande altruismo”. Poi: “Ho chiesto di aderire al gruppo del Pd”. Come ricorda il presidente Evangelista, deve avere l’ok dal capogruppo Luisa Ciambella.


16,06 – “Sono motivata e felice di rappresentare da oggi ogni cittadino di Viterbo”. Così Donatella Salvatori che entra al posto di Paolo Bianchini in Fratelli d’Italia: “Gli faccio un in bocca al lupo per la strada che ha intrapreso”. Parla anche Luigi Maria Buzzi che raccoglie le redini del gruppo di Fratelli d’Italia.


15,58 – Arrivano le surroghe. Entra Donatella Salvatori al posto di Paolo Bianchini in FdI e Mario Quintarelli al posto di Patrizia Frittelli. La votazione procede, seppure con qualche difficoltà. Bisogna fare i conti con il nuovo mezzo.


15,50 – Pure in versione streaming la seduta inizia in ritardo e dopo l’appello, il ringraziamento da parte del presidente del consiglio comunale Stefano Evangelista a tutte le persone che si sono e si stanno impegnando nell’emergenza Coronavirus. “Un pensiero ai tanti morti – dice Evangelista – tanti familiari hanno sofferto ancor più perché non hanno potuto salute i loro cari”. Il ricordo di Stefano Camilli.


Il consiglio comunale torna a riunirsi.

Dopo una lunga pausa per l’emergenza Coronavirus lo fa in via telematica.

Consiglieri e giunta sono a distanza, una modalità stabilita con una modifica al regolamento.

Sono in programma avvicendamenti tra i banchi, tanto in maggioranza quanto all’opposizione, le comunicazioni del sindaco Arena sul Covid 19 e l’imposta di soggiorno. Sono questi i punti all’ordine del giorno, salvo qualche sorpresa che potrebbe sempre esserci.


Articoli: Entrano Donatella Salvatori e Mario Quintarelli – Il 7 maggio primo videoconsiglio comunale – Patrizia Frittelli si è dimessa, arriva Mario Quintarelli – Luigi Maria Buzzi nuovo capogruppo FdI – FdI: “Diamo il benvenuto in consiglio comunale a Donatella Salvatori” – Bianchini: “Mi dimetto da capogruppo e consigliere comunale di FdI”


Condividi la notizia:
7 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR