Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Consiglio comunale - Approvato lo studio di fattibilità Federterme - Adesso va in regione per l'ok - Critica l'opposizione per la mancanza di pareri - Ricci (Pd): "Si rischia di fare un danno e di ricominciare tutto"

Ex Terme Inps, passa il piano di rilancio da 30 milioni

Condividi la notizia:

Viterbo - Consiglio comunale - Contardo e Monaco

Viterbo – Consiglio comunale – Contardo e Monaco

Ex Terme Inps - Il progetto di rilancio

Ex Terme Inps – Il progetto di rilancio

Ex Terme Inps - Il progetto di rilancio

Ex Terme Inps – Il progetto di rilancio

Viterbo – (g.f.) – Albergo a 5 stelle, due ristoranti, una struttura dedicata al benessere.

Così ha immaginato Federterme il futuro stabilimento termale ex Inps, nel piano fattibilità approvato dal consiglio comunale e così è stato votato dalla maggioranza.

Adesso il progetto deve andare in regione per l’ok e poi dovrà essere messo a bando, alla ricerca d’investitori disposti a mettere sul piatto qualcosa come 30 milioni.

La delibera passa con 18 sì, quindi all’unanimità, l’opposizione si astiene. Secondo loro fa acqua. Non tanto l’idea, quanto per l’iter deciso.

Serviva tempo, occorreva approfondire un tema cruciale, come quello del rilancio per lo stabilimento abbandonato da decenni. Tanto che Massimo Erbetti (M5s) chiede di rinviare il voto, ma la proposta è bocciata.

“La sovrintendenza l’avete sentita? – si domanda Alvaro Ricci (Pd) – c’è un parere di conformità urbanistica? La regione avete sentito cosa ne pensa, almeno la parte politica? Non si approva un piano e poi si afferma di voler aprire un tavolo con la regione”.

Ricci ha un timore: “Rischiamo di fare un danno e dover ricominciare tutto daccapo”. Ma l’assessore Enrico Maria Contardo (Termalismo) rassicura che con la Sovrintendenza l’interlocuzione c’è stata, con due sopralluoghi, pure con i progettisti Federterme.

“C’è stato spiegato che le linee guida erano valutabili continua Contardo – mentre per l’urbanistica, ricordo che si tratta di uno studio di fattibilità e non necessita di pareri, che arriveranno col progetto vero e proprio”.


Condividi la notizia:
30 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR