Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Opposizione all'attacco dopo lo stop alla delibera per affidare la piscina a Fin - Ricci: "Sindaco lasciato allo sbando dalla sua maggioranza" - Antoniozzi (Viterbo 2020) si chiede: “La legge consente di modificare il regolamento, avendo già deciso chi sia il destinatario della modifica?" - Barelli (Forza Civica): "Sono affogati nella loro incompetenza"

“Una figura pessima e una grave dimostrazione di superficialità”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giacomo Barelli e Alvaro Ricci

Giacomo Barelli e Alvaro Ricci

Viterbo - Alfonso Antoniozzi

Viterbo – Alfonso Antoniozzi

Viterbo – “Una figura pessima e una grave dimostrazione di superficialità”. Non trova altre parole, Alvaro Ricci (Pd) nel commentare la delibera presentata ieri in quarta commissione e rinviata, perché in contrasto col regolamento comunale.

Il tema è la piscina comunale. Si doveva dare l’ok all’apertura di un centro federale gestito dalla Federazione italiana nuoto. Un accordo tra enti. Era stato già modificato il regolamento, inserendo la fattispecie, finora assente.

“Peccato – spiega Ricci – che con il regolamento così modificato, i centri federali si possano fare ovunque, tranne che per la piscina, dal momento che è un impianto a rilevanza economica e quindi va messo a bando. È riportato nell’allegato 1”.

Si conferma il percorso tortuoso per l’impianto, da quando la società che lo gestiva se n’è andata.

“Sono quattro volte che la delibera è presentata tra commissione e consiglio comunale – continua Ricci – sono pure venuti con delibera e modifica al regolamento in un’unica soluzione e hanno dovuto fare marcia indietro”.

Fino all’incidente di ieri. “Il provvedimento contrastava col regolamento. Non potevano approvarlo, si sarebbe potuto configurare un abuso d’ufficio enorme. È l’ennesima figuraccia.

Se il sindaco e la giunta cercassero il dialogo con l’opposizione, certe situazioni le potrebbero evitare. Noi le indicazioni le abbiamo date”. Rimaste lettera morta.

“Esponendo il primo cittadino a una serie di figuracce che si potevano evitare. E non mi pare che la maggioranza dia molta assistenza ad Arena. A partire dall’assessore. Ieri, pure di fronte al presidente della Fin che era collegato, ne sono usciti con le ossa rotte”.

Adesso, altre modifiche da effettuare. “Tutto si fa ancora più complicato e come nel gioco dell’oca si torna indietro, alla modifica del regolamento. Dirigenti, assessore e sindaco hanno tutti responsabilità. In bocca al lupo”.

Resta, poi, la domanda che Alfonso Antoniozzi (Viterbo 2020) ha posto. “C’è sul tavolo una delibera che affida la piscina comunale alla Fin. Delibera che cozza contro un articolo del regolamento sulla gestione degli spazi sportivi, il quale stabilisce che la concessione in gestione della piscina si effettua attraverso procedura di evidenza pubblica”.

Le intenzioni della giunta sono altre. “La volontà è chiedere in consiglio comunale la modifica di questa norma”. Il che fa sorgere una domanda. “La legge ci consente di modificare il regolamento, avendo già deciso a priori, con un atto pubblico in fase di discussione e votazione, chi sia il destinatario della modifica?

In altre parole: posso cambiare norme d’interesse generale in funzione di un interesse particolare chiaramente esplicitato?”. Ovvero, cambiare il regolamento (generale) per affidare a un preciso soggetto l’impianto?

Domanda rivolta al dirigente Luigi Celestini. “Non ha potuto rispondermi in maniera esaustiva per problemi di connessione. Attendo risposta scritta prima di andare in consiglio”.

Non meno tenero, Giacomo Barelli (Forza Civica). “Sono affogati nella loro incompetenza – spiega Barelli – che potrebbe far chiudere la piscina, perché non riescono a fare le cose come dovrebbero.

Abbiamo assistito a forzature su forzature che si sono infrante sul muro dell’opposizione, che ancora una volta, a mio modo di vedere, dimostra d’essere molto più preparata e competente della maggioranza”.

Giuseppe Ferlicca


Articoli: Il centrodestra affonda nella piscina comunale – Piscina comunale alla Fin per 8 anni a 12mila euro annui


Condividi la notizia:
30 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR