Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Cinquantenne, di Roma, è stata nominata il 22 ottobre - Subentra a Daniele Peroni, in carica dal 2013 al 2020

Scuola, Francesca Romana Ciangola è il nuovo provveditore agli studi

Condividi la notizia:

[DTDinfo id=”adsenseinterno”]
Francesca Romana Ciangola

Francesca Romana Ciangola

Daniele Peroni

Daniele Peroni

Viterbo – (sil.co.) – Avvicendamento al provveditorato dagli studi di Viterbo. Dopo sette anni lascia Daniele Peroni, che ha ricoperto il ruolo dal 2013 al 2020, cui è subentrata Francesca Romana Ciangola, nominata lo scorso 22 ottobre dirigente dell’ufficio scolastico provinciale.

Per Francesca Romana Ciangola, cinquantenne romana, ex studentessa del liceo ginnasio Torquato Tasso”, si tratta di un avvicinamento. Arriva da Arezzo, dove ha trascorso gli ultimi quattro mesi, dal 27 luglio al 21 ottobre: una reggenza lampo al posto di Roberto Curtolo, che dalla fine dello scorso mese ha ripreso il percorso intrapreso nel 2016 nel capoluogo toscano. 

Nata il 6 ottobre 1970, laureata in giurisprudenza con master in comunicazione istituzionale, in passato la nuova dirigente è stata, tra l’altro, responsabile del controllo di regolarità amministrativa degli atti di Roma Capitale. 

Come detto, è subentrata a Daniele Peroni, nato il 3 agosto 1972 a Soriano nel Cimino, diplomato al Paolo Savi, laureato in economia e commercio all’università della Tuscia, che ha guidato l’ex provveditorato (oggi Ufficio XIV ambito territoriale per la provincia di Viterbo dell’ufficio scolastico regionale per il Lazio) per sette anni, dal 2013 al 2020. 

Per Ciangola il nuovo incarico arriva in un momento molto delicato per la scuola, alle prese con la difficile e delicata gestione della pandemia di Covid-19. In provincia di Viterbo ci sono 43 scuole, 15 delle quali sono istituti superiori.

La popolazione scolastica arriva a 38.500 studenti. Le 15 scuole superiori contano 13.086, vale a dire un terzo di tutti gli alunni iscritti in provincia. Le prime classi delle scuole superiori hanno un numero di alunni pari 2867. Il resto, ossia 10.200 studenti, frequentano dalla seconda alla quinta.

A fare la “conta”, lo scorso 22 ottobre, è stato proprio l’ex provveditore agli studi Peroni, partecipando alla riunione in streaming convocata dal prefetto di Viterbo Giovanni Bruno per essere aggiornato sulla situazione delle scuole superiori alla vigilia dell’inizio della didattica a distanza. 

“Le scuole della Tuscia hanno lavorato tantissimo – ha sottolineato per l’occasione Peroni – si sono messe in sicurezza e sono il luogo più sicuro dove le persone possono stare. Questo è merito dei dirigenti scolastici”.

Per prevenire il problema degli assembramenti all’uscita ha avanzato una proposta: “Non vedrei male che all’uscita dalle scuole ci fossero due persone in divisa. Non devono fare nulla, ma i ragazzi si sentirebbero osservati e rispetterebbero le regole. Non è impossibile da fare. Bisogna utilizzare le forze dell’ordine non per rimproverare i ragazzi, ma affinché siano una presenza discreta, di passaggio, per fare in modo che i ragazzi continuino a rispettare le regole. Alcune scuole hanno attivato la protezione civile. Anche la protezione civile non è male”.

“Altra cosa è l’incremento dei trasporti – ha aggiunto l’ex provveditore – se stiamo facendo la didattica a distanza, il problema in parte è dovuto ai trasporti e alle tratte su cui i ragazzi viaggiano affollati. Su questo settore, a mio avviso, c’è da pensare agli autobus privati. Con le gite che non ci sono, abbiamo autobus fermi e disponibili. Quindi se la difficoltà è trovare autobus, l’affitto da parte di comuni e provincia, potrebbe essere un’idea. Bisogna iniziare a pensarci fin da subito se, dopo 30 giorni di didattica a distanza, vogliamo di nuovo ripartire in presenza in tutte le scuole”. 


Condividi la notizia:
21 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR