--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Partito democratico - Matteo Renzi restituirà a tutti l'entusiasmo e la voglia di partecipare ai processi politici

Una nuova leadership nel segno di una forte discontinuità…

di David Sassoli - Presidente della delegazione Pd al Parlamento europeo

Condividi la notizia:

David Sassoli alla minileopolda

David Sassoli 

Viterbo – Le primarie svolte domenica scorsa con lo straordinario dato della partecipazione popolare con quasi tre milioni di elettori che si sono recati ai gazebo, ci consegnano due importanti indicazioni.

La prima è quella sul vincitore, Matteo Renzi, e sul significato ormai acquisito della sua candidatura: un ricambio politico dalla forte impronta generazionale. L’altra indicazione invece è sull’urgenza di una forte discontinuità rispetto anche al recente passato.

Il paese infatti si trova in una crisi economica e sociale senza precedenti. Le ultime manovre economiche targate Monti se da una parte hanno evitato il commissariamento e la fuoriuscita dalla procedura di infrazione per sforamento del tetto del 3%, dall’altra hanno aumentato in maniera drammatica la sofferenza di ampie fasce della popolazione. L’ultimo dato fornito dalla Cgia di Mestre con oltre 400.000 partite iva chiuse dall’inizio della crisi fa scattare un ulteriore campanello d’allarme  sulla gravità della situazione complessiva, del resto plasticamente rappresentata dal movimento dei forconi che in negli ultimi giorni sta attraversando il paese con le sue punte di manifestazioni violente.

Il tracciato per la nuova leadership del Pd deve quindi essere chiaro. Il governo delle larghe intese dovrà affrontare il semestre europeo con forte determinazione, cercando di portare a casa alcune misure in campo economico e sociale capaci di ridare fiato alle famiglie italiane e alle imprese. Urgente poi, è riformare la legge elettorale bocciata anche dalla consulta in direzione fortemente maggioritaria e bipolare. Insieme a queste misure occorrerà però anche stare con forza all’interno dei processi europei.

L’Europa e il rilancio delle sue politiche sono l’unica risposta seria che si puo’ e si deve dare ai venti populisti che con forza stanno tornando a soffiare sul vecchio continente.

Matteo Renzi con un nuovo Pd ha la straordinaria opportunità di restituire voglia di partecipare ed entusiasmo a chi lo aveva smarrito dopo il deludente risultato elettorale del febbraio scorso. Si tratta di una nuova occasione per tutti i democratici e le democratiche per mettere in campo quei cambiamenti ormai ritenuti da tutti non più rinviabili. Adesso tocca a tutti noi non sprecare questo nuovo grande bagaglio di consensi che il popolo di centrosinistra ha voluto esprimere alla nuova leadership del Partito democratico.

David Sassoli
presidente della delegazione Pd al Parlamento europeo

 


Condividi la notizia:
13 dicembre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR