Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Arrestata a luglio è ancora ai domiciliari

Cocaina nel trolley, “nonna” imputata per spaccio

Condividi la notizia:

La guardia di finanza

La guardia di finanza

Viterbo – Un trolley dal contenuto stupefacente: 110 grammi di cocaina, due bilancini, sostanza da taglio e tutto l’occorrente per confezionare le dosi.

La valigetta stracarica di droga era in possesso di un’insospettabile signora di 63 anni.

Per lei è iniziato ieri mattina il processo per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. L’arresto, a opera della guardia di finanza di Viterbo, era scattato nove mesi fa e da nove mesi, la signora è ai domiciliari.

Era il 2 luglio 2013 quando, in casa della donna, si presentarono le fiamme gialle viterbesi con un decreto di perquisizione. I finanzieri trovarono presto quel che cercavano: nel trolley c’era più di un etto di polvere bianca, suddivisa in dosi da cinque grammi.

La sessantenne si difese subito: la valigetta non era sua, ma di un vicino di casa che gliel’aveva lasciata. All’interno, oltre alla droga e al materiale per confezionarla, erano custoditi numerosi capi di biancheria intima, non corrispondenti alle misure della signora.

A casa dei vicini, i finanzieri avrebbero trovato sostanza da taglio e neanche un grammo di stupefacenti. L’arresto, quindi, scattò solo per la sessantenne al di sopra di ogni sospetto, oggi difesa dall’avvocato Remigio Sicilia. Ma alla prossima udienza i vicini dovranno testimoniare. 


Condividi la notizia:
4 aprile, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR