--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Parla il neoassessore all'ambiente Andrea Vannini

“In tempi rapidi il problema rifiuti si può risolvere”

Condividi la notizia:

Andrea Vannini

Andrea Vannini 

Andrea Vannini

Andrea Vannini 

Andrea Vannini

Andrea Vannini

Viterbo – (c.g.) – “Dobbiamo passare dalla versione beta alla 2.0, quella definitiva, della raccolta differenziata”. Andrea Vannini, docente di agraria all’Unitus, sta per prendere l’aereo da Bruxelles per tornare in Italia, dopo aver saputo della sua nomina ad assessore all’ambiente del comune di Viterbo, e si limita a rilasciare una breve intervista. E’ di ritorno da una riunione di un gruppo di ricerca alla sede Cost, organismo per la cooperazione europea in scienza e tecnologia.

La scelta del sindaco Michelini è andata ad un tecnico stimato che dovrà risolvere uno dei problemi principali della città: la raccolta rifiuti. Come dire una bella patata bollente.

Come ha preso la notizia della sua nomina ad assessore?
“Beh, anche per formazione, vedo soprattutto la responsabilità che vado ad assumere. Questo vista anche la rilevanza dei problemi che dovrò affrontare. Quello dei rifiuti è un problema molto sentito da tutti i cittadini. Per questo sento molto la responsabilità nell’assumere il ruolo di assessore. Io sono un tecnico e proverò ad affrontare la questione nel concreto, al di là da qualsiasi bega politica”.

Che significa?
“Significa che io ce la metterò tutta per risolvere il problema della raccolta dei rifiuti. Fin quando vedrò che potrò lavorare per risolvere il problema lo farò. Quando vedrò che le condizioni di lavoro mi impediranno di risolvere la questione, non avrò problemi a fare un passo indietro. Io sono un tecnico e il mio ruolo sarà tecnico. Il mio scopo è risolvere i problemi della città e dei cittadini”.

Quale sarà la prima cosa che farà, una volta tornato in Italia?
“Per prima cosa voglio incontrare la squadra di governo della città. I colleghi di giunta”.

Come intende affrontare la grave situazione della raccolta rifiuti?
“Per prima cosa verranno individuate le criticità, quartiere per quartiere. Una volta individuate le criticità, i problemi, incontrerò l’azienda. Incontrerò Viterbo Ambiente. Sono sicuro di poter razionalizzare il servizio. La raccolta differenziata dalla versione beta deve passare alla versione 2.0. Quella definitiva. In tempi rapidi possiamo risolvere il problema. E per riuscire un aspetto fondamentale sarà la comunicazione con i cittadini. Cittadini che potranno comunicare direttamente con noi, tramite uno sportello ad hoc, anche prima che con l’azienda. Penso così di poter ripagare la fiducia che mi è stata data. E da tecnico affronterò i problemi, fuori da ogni bagarre politica. Il mio, lo ripeto, è soprattutto un impegno per la città e i cittadini”.


Condividi la notizia:
3 dicembre, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR