--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Elezioni politiche e regionali - Vincitori e vinti della tornata elettorale nella Tuscia e le comunali in vista - Zingaretti senza maggioranza

Fioroni fuori, Sabatini il più votato di FI ma non eletto

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giuseppe Fioroni

Giuseppe Fioroni

Silvia Blasi (M5s)

Silvia Blasi (M5s)

Mauro Rotelli

Mauro Rotelli

Viterbo – Giuseppe Fioroni fuori dal parlamento ma non dalla politica. Resta all’interno del partito con i suoi incarichi, queste le intenzioni trapelate nelle ultime ore. Poi chissà.

I dati: Regionali Lazio provincia di Viterbo – cliccando sul link dei partiti le preferenze candidato per candidato – Regionali Lazio – Politiche e regionali – Affluenza e risultati

La sconfitta del deputato Pd è uno dei risultati più pesanti usciti dalle urne per le politiche nella Tuscia. Tornata che ha regalato una sonora sconfitta non solo a Fioroni, superato pure dalla candidata M5s Elisa Galeani, ma anche al Pd, sceso al 16,1%.

Il Movimento 5 stelle diventa primo partito con il 32,65% e poi c’è l’exploit della Lega, al 17,31%, con Forza Italia a inseguire. E se Casapound va meglio che altrove, attestandosi al 2,16%, Liberi e uguali non riesce a raggiungere nemmeno il deludente risultato nazionale, fermandosi al 2,97%. Dati riferiti alla camera, collegio che comprende anche Viterbo.

Fioroni ha ceduto il passo a Mauro Rotelli (FdI), nello scontro diretto nell’uninominale, così come Alessandro Mazzoli (Pd) ha dovuto abdicare a Francesco Battistoni (FI) al senato. Non c’è stata partita per molti altri in campo, a cominciare da Alessandra Terrosi (Pd) deputata uscente e candidata nell’impossibile quarto posto proporzionale.

E meno male che c’è Zingaretti. Il presidente rieletto se la dovrà vedere con una maggioranza che non c’è (25 consiglieri a 26), ma grazie alle elezioni regionali, il Partito democratico ha potuto riprendere un po’ fiato. Nella Tuscia al 23,72 per le regionali, prima formazione, seguita da Movimento 5 stelle 19,97%, Forza Italia 15,06% e Lega 12,96%.

Democratici primi, ma c’è poco da festeggiare, perché a Viterbo vince Stefano Parisi. Il candidato del centrodestra ha la meglio su Nicola Zingaretti. Le conseguenze politiche si fanno sentire sull’elezione dei consiglieri.

Se Enrico Panunzi (Pd) con il suo bottino di oltre 11mila preferenze torna agevolmente alla Pisana per il secondo mandato e così pure Silvia Blasi (M5s), resta fuori, nonostante anche lei abbia raccolto un considerevole numero di voti, oltre 8mila, Luisa Ciambella (Pd). La legge elettorale, così com’è stata concepita, non perdona.

Non ce la fa nemmeno Andrea Egidi. Il segretario provinciale del Partito democratico raccoglie molto meno rispetto a Ciambella, nonostante i due andassero in ticket. Evidentemente, diversi elettori di Ciambella, il ticket lo hanno “timbrato” solo per lei.

Ma se il centrosinistra piange, il centrodestra non ride. Daniele Sabatini (Forza Italia) fa incetta di preferenze, addirittura nel capoluogo è il più votato. Il più votato e non eletto. Gli azzurri non portano consiglieri in regione.

Sempre nel capoluogo, Filippo Rossi prende la gran parte delle sue preferenze, altrove ben poco.

Ma ormai è andata. Per vincitori e vinti, soprattutto per i secondi, è tempo di guardare avanti. Tra due mesi si va al voto per il comune di Viterbo.

Politiche e regionali hanno pesantemente rimescolato le carte. La Lega chiede di sedere al tavolo della coalizione nel posto d’onore, mentre c’è chi si è misurato col voto e ha mostrato quanto può valere.

Vuoi vedere che qualcuno (qualcuna) nel centrosinistra tenti di salire di grado, da vice sindaca a sindaca? Luisa Ciambella può vantare più di ottomila preferenze personali. Dote da non trascurare.

Dall’altra parte, Daniele Sabatini non è da meno. Il più votato del centrodestra e in assoluto quello con più preferenze nel capoluogo. Che il totocandidati abbia inizio. Si riparte.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
8 marzo, 2018

Elezioni politiche e regionali 2018 ... Gli articoli

  1. Polverini, Gasparri, Bongiorno dalla Tuscia al parlamento
  2. "A Ronciglione Pd al 67,85% e M5s al 59,33%”
  3. "Zingaretti non ha la maggioranza, abbia approccio costruttivo con l'opposizione"
  4. Eletti Silvia Blasi ed Enrico Panunzi
  5. Oltre un milione di voti per Zingaretti (33,26%) - Parisi (31,49 %) - Lombardi (27,26 %)
  6. Fioroni, buona incidenza sulla coalizione di centrosinistra
  7. "Zingaretti può costituire una risorsa per il Pd"
  8. Zingaretti presidente ma a Viterbo "vince" Parisi
  9. I tre consiglieri viterbesi saranno due: Panunzi e Blasi
  10. "Il mio ingresso in regione? E' legato al fattore 'C'"
  11. Daniele Sabatini il più votato a Viterbo
  12. Zingaretti presidente (33,23%) - Parisi (31,44 %) - Lombardi (27,20 %)
  13. "Una Tuscia connessa e al centro di un processo di sviluppo"
  14. "Salvini deve fare il presidente del consiglio"
  15. "Le dimissioni non si annunciano, si danno"
  16. "Il centrodestra è unito e da qui ripartiamo"
  17. Panunzi rieletto e al comitato elettorale è festa
  18. "300mila voti in più nel Lazio rispetto alle politiche"
  19. Zingaretti verso la riconferma
  20. Zingaretti primo tallonato da Parisi
  21. Panunzi fa il pieno di preferenze a Viterbo, segue Daniele Sabatini
  22. Zingaretti torna in testa, Parisi secondo e terza Lombardi
  23. Parisi in testa, Zingaretti terzo
  24. "Continuerò il mio impegno politico al servizio della mia comunità"
  25. Gioia, sonno e tanta voglia di partire con "un'altra storia"...
  26. Parisi supera Lombardi, Zingaretti sempre primo
  27. Rotelli deputato, Battistoni e Fusco senatori
  28. Zingaretti al 34,4%, Lombardi al 31,9% e Parisi al 26,8%
  29. Mauro Rotelli eletto deputato
  30. Umberto Fusco eletto senatore
  31. Fioroni fuori dal parlamento, nell'uninominale è terzo
  32. Matteo Salvini: “A Viterbo abbiamo ottenuto il 18,05%”
  33. Fioroni fuori dal parlamento, nell'uninominale è terzo
  34. Flop di Boldrini, D'Alema, Grasso e Franceschini
  35. Rotelli (FdI) e Battistoni (FI) i più votati a Viterbo, M5s primo partito
  36. A Viterbo, Rotelli 16mila voti e Battistoni quasi 15mila
  37. A Viterbo, Rotelli 16mila voti e Battistoni quasi 15mila
  38. Mauro Rotelli (FdI) e Francesco Battistoni (FI) verso la vittoria
  39. Mauro Rotelli (FdI) e Francesco Battistoni (FI) avanti
  40. “Un'ora e quaranta per votare e la gente se ne andava..."
  41. Politiche e regionali - Affluenza e risultati
  42. Nella Tuscia ha votato il 76,04%
  43. Movimento 5 stelle primo partito con oltre il 30%
  44. Battistoni 194 voti, Cozzella 146, Mazzoli 122
  45. Movimento 5 stelle primo partito, centrodestra prima coalizione
  46. Nicola Zingaretti avanti
  47. Movimento 5 stelle primo partito
  48. Due ore per votare... Vergogna! Vergogna! Vergogna!
  49. Alle 19 ha votato il 56,76%
  50. Alle 12 ha votato il 17,59%
  51. Politiche e regionali - Affluenza e Risultati
  52. "Dopo cinque anni di Zingaretti il Lazio è diventata una regione peggiore"
  53. "Nella Tuscia più impulso a mobilità, turismo e distretto di Civita"
  54. "Due le priorità per la Tuscia: Belcolle e il comparto della ceramica"
  55. "La Tuscia deve essere al centro di un processo di sviluppo"
  56. "Il M5s sta portando avanti una rivoluzione morale e culturale"
  57. "Il vero rischio per il paese è rappresentato da Salvini e Di Maio"
  58. "I 5 stelle vogliono illuminare la scena politica"
  59. “Lavoro, ambiente e lotta alle disuguaglianze"
  60. "Lavoro, sicurezza e rilancio del territorio"
  61. Elezioni politiche e regionali, ecco come si vota
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR