--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Il tragico incidente, avvenuto a Montefiascone, risale al 3 ottobre di due anni fa

Investì anziana a spasso col cane, a processo per omicidio stradale

Condividi la notizia:

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Il tribunale

L'avvocato Franco Taurchini

Il difensore – Avvocato Franco Taurchini

Montefiascone –  (sil.co. ) – Al via davanti al giudice Gaetano Mautone il primo processo per omicidio stradale celebrato col rito ordinario al tribunale di Viterbo. Sul banco degli imputati una 59enne di Montefiascone, rinviata a giudizio nel giugno 2017 e difesa dall’avvocato Franco Taurchini.

La donna era alla guida della vettura che il 3 ottobre 2016, in via De Gasperi, a Montefiascone, nei pressi della caserma dei carabinieri, ha investito e ucciso una settantenne che stava portando a spasso il cane. 

Venerdì 19 ottobre si è tenuta l’udienza di ammissione prove, mentre il processo entrerà nel vivo il 12 aprile con l’ascolto dei primi testimoni, i carabinieri intervenuti nell’immediatezza del sinistro, e dei periti di parte e della procura, rispettivamente i consulenti Andrea Celestini e Fabio Ricci. 

Nel frattempo hanno ritirato la costituzione di parte civile i familiari della vittima, risarciti dall’assicurazione. 

Inutile la corsa contro il tempo. L’anziana, una pensionata ancora nel pieno delle sue forze, è deceduta durante il trasporto in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Belcolle. Sul posto, per i rilievi di rito, intervennero i carabinieri.

Troppo gravi le lesioni riportate nell’impatto con la vettura. La settantenne non avrebbe fatto neanche in tempo ad accorgersi della macchina. Sarebbe stata tra il marciapiede e la carreggiata quando la vettura l’avrebbe colpita alle spalle, lasciando la vittima a terra già priva di conoscenza. 

La difesa aveva prodotto già in fase di udienza preliminare, al gip Savina Poli, la propria consulenza di parte che, ricostruendo la dinamica dell’incidente, scagionerebbe l’imputata. Secondo la perizia, la pedona, che stava camminando sul marciapiede, sarebbe scesa improvvisamente in strada, forse strattonata dal cagnoglino che portava al guinzaglio e la conducente della vettura non avrebbe potuto fare niente per evitarla. 


Articoli: Omicidio stradale, primo rinvio a giudizio nella Tuscia – Investita da un’auto, grave settantenne


Condividi la notizia:
28 ottobre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR