--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La regione Lazio dopo l'articolo di Tusciaweb - E sull'ex ospedale: "Già inserito nell'operazione per riacquisto e valorizzazione"

“Ex terme Inps, gestione e rilancio spettano al comune”

Condividi la notizia:

Viterbo - Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo - Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo - Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Terme ex Inps, spetta la comune la gestione e rilancio della struttura.

In merito all’articolo pubblicato su Tusciaweb “Le Terme ex Inps saccheggiate, devastate e abitate”, la regione Lazio precisa che il complesso termale è di proprietà, in pari quota, del comune di Viterbo e della regione e che la gestione del 50% di proprietà regionale è stata affidata al comune di Viterbo con legge regionale 1/2014. Pertanto spetta all’amministrazione comunale provvedere alla gestione e a individuare come da accordi il soggetto a cui affidare la struttura per il suo rilancio.

Per sostenere al meglio gli interventi di riqualificazione, il 14 luglio 2017 regione e comune di Viterbo hanno firmato un protocollo d’intesa che impegna il comune a scegliere, con procedura a evidenza pubblica, un advisor incaricato di elaborare lo studio progetto di fattibilità per la realizzazione del piano di rilancio dell’impianto ex Inps di Viterbo. A questo fine sono stanziati 40mila euro, metà a carico della regione e metà a carico del comune di Viterbo.

Inoltre, la regione Lazio, con il fine di incentivare in modo ancor più incisivo il rilancio delle Terme ex Inps, ha rinnovato la concessione mineraria della sorgente Bullicame a favore del comune di Viterbo e nel rinnovo sono stati inclusi anche i pozzi di riferimento delle Terme ex Inps (Gigliola e Uliveto), che il comune potrà poi subconcedere a soggetti privati, sempre con procedure di evidenza pubblica. Le disposizioni contenute nella nuova concessione permetteranno una ridistribuzione degli sfruttamenti delle sorgenti e dei pozzi, riportando acqua anche nei pozzi a servizio delle Terme ex Inps.

Si precisa inoltre che, relativamente all’ex ospedale grande degli infermi, la regione Lazio ha inserito il bene all’interno dell’operazione finanziaria Sanim per il suo riacquisto e quindi per poter intraprendere finalmente un progetto di valorizzazione, come sta già avvenendo per altri ex ospedali situati in tutto il territorio regionale.

Regione Lazio


Articoli: Arena: “Terme ex Inps saccheggiate, al più presto un sopralluogo” – Cozzolino: “Ex Terme Inps, un problema ‘secondario’ per un comune in crisi…” – Le Terme ex Inps saccheggiate, devastate e abitate


Condividi la notizia:
9 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR