--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Polizia - Uomo trovato agonizzante in via della Pettinara - Due giovani viterbesi sono stati fermati per tentato omicidio - Uno di loro ha confessato - Ora sono a Mammagialla

Giovanni Farina preso a pugni e calci in faccia, ridotto in fin di vita e rapinato

Condividi la notizia:

Giovanni Maria Farina

Giovanni Maria Farina

Viterbo - Via della Pettinara

Viterbo – Via della Pettinara

Viterbo – Giovanni Maria Farina aggredito, preso a pugni e calci in faccia, e rapinato. Svelato il mistero dell’uomo di 55 anni trovato in fin di vita nei pressi di piazza della Rocca in via della Pettinara.

Inizialmente erano state fatte diverse ipotesi, compresa quella del malore. Ma venerdì gli uomini della squadra mobile hanno fermato due giovani di Viterbo di 23 e 19 anni, accusati di tentato omicidio. Entrambi, secondo la polizia, avrebbero precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

I due sono indagati per tentato omicidio a scopo di rapina. I fatti risalgono alla sera del 13 ottobre, in via della Pettinara. Quando è stato aggredito Farina, 55 anni di Allerona.

Fatti che sono stati ricostruiti dalla polizia: “I due giovani prima gli hanno sferrato a tradimento un fortissimo pugno al volto, facendolo così stramazzare a terra privo di sensi. Per poi rapinarlo del denaro che aveva con sé, e prima di andarsene, con la vittima già esanime a terra, gli hanno sferrato un calcio alla testa”. Una rapina violentissima che avrebbe fruttato solo qualche decina di euro.

I due giovani sono stati traditi dalle telecamere.

“Sulla base degli approfondimenti investigativi degli uomini della polizia – affermano gli investigatori ricostruendo le fasi principali delle indagini – è emerso che i due giovani, ripresi dalla telecamera di videosorveglianza di un esercizio pubblico in via della Pettinara, al momento dell’aggressione e della rapina, sono risultati compatibili per fisionomia e corporatura con le due persone fermate. Entrambi già noti per l’attitudine a commettere reati predatori con modalità violente”.

A seguito di una serie di perquisizioni anche nelle abitazioni, sono stati trovati indumenti indossati dai due giovani durante l’aggressione e la rapina. Sui telefonini dei due inoltre sono stati trovati messaggi che riguardavano la rapina di via della Pettinara. 

Uno dei due giovani, giovedì durante l’interrogatorio della pm Chiara Capezzuto, ha confessato e ha confermato la ricostruzione della rapina, fatta dalla polizia. Il pm ha quindi firmato il fermo dei due che ora sono nel carcere di Mammagialla e sono assistiti dall’avvocato Giuliano Migliorati. L’interrogatorio per la convalida del fermo è fissato per lunedì.

Se Farina, ancora in coma dopo essere stato operato alla testa a Belcolle, non dovesse farcela i due giovani potrebbero essere accusati di omicidio.


Articoli: Pugni e calci in faccia, gli rubano i soldi e fuggono – Ancora in coma l’uomo trovato in fin di vita in centro – Trovato in fin di vita in centro, indaga la polizia


Condividi la notizia:
20 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR