Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Oggi primo giorno di scuola nel capoluogo - L'ingresso al Paolo Savi - La dirigente Paola Bugiotti: "Procedure per isolare eventuali casi di Covid" - FOTO

Classi rigidamente separate, entrate scaglionate e mascherine

di Daniele Camilli

Condividi la notizia:


Viterbo - Paola Bugiotti, dirigente del Paolo Savi

Viterbo – Paola Bugiotti, dirigente del Paolo Savi

Viterbo - Primo giorno di scuola al istituto Paolo Savi

Viterbo – Primo giorno di scuola al istituto Paolo Savi

Viterbo - Primo giorno di scuola al istituto Paolo Savi

Viterbo – Primo giorno di scuola al istituto Paolo Savi

Viterbo - L'istituto Paolo Savi

Viterbo – L’istituto Paolo Savi

Viterbo - L'istituto Paolo Savi

Viterbo – L’istituto Paolo Savi

Viterbo - Paola Bugiotti, dirigente del Paolo Savi

Viterbo – Paola Bugiotti, dirigente del Paolo Savi

Viterbo - L'istituto Paolo Savi

Viterbo – L’istituto Paolo Savi

Viterbo - L'istituto Paolo Savi - Il primo giorno di scuola

Viterbo – L’istituto Paolo Savi – Il primo giorno di scuola

Viterbo – Primo giorno di scuola. A Viterbo. Dopo 7 mesi di assenza e attesa.

Assenza per Covid e lockdown. Attesa perché nel capoluogo gli istituti hanno aperto le porte agli studenti con 10 giorni di ritardo rispetto al previsto.

Le scuole del capoluogo il 14 settembre non erano ancora pronte.

Questa mattina alle 8 la prima campanella in tutti gli istituti. Comprensivi e superiori.

“Ogni classe quest’anno sarà una comunità a sé – ha detto la dirigente scolastica dell’istituto superiore Paolo Savi di Viterbo, l’ex ragioneria, Paola Bugiotti -, le classi saranno rigidamente separate tra loro e non si dovranno incontrare.

Se dovessimo programmare delle attività che le obbligano ad incontrarsi, a quel punto metteremo nero su bianco nel registro prevenzione Covid”.

Il registro serve a tracciare gli incontri tra le classi. “Laddove dovesse verificarsi un caso di Coronavirus – spiega Paola Bugiotti – tenendo le classi isolate e più facile evitare che si diffonda.

E con il registro possiamo tracciare il tutto trasmettendo poi la documentazione alla Asl”.

Sono oltre 40 gli istituti scolastici nella Tuscia, quasi tutti presenti anche a Viterbo. Più di 4000 gli studenti.

Le entrate sono state scaglionate su più orari e divise utilizzando più ingressi.

In alcuni istituti la febbre viene misurata direttamente dai genitori prima di mandare i figli a scuola. In altri sono le stesse scuole a farlo.

Percorsi in entrata e in uscita per tutte le scuole e mascherine per tutti gli studenti.

Daniele Camilli



Condividi la notizia:
24 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR