Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La situazione istituto per istituto - I dati resi noti ieri mattina dal provveditore Daniele Peroni durante la riunione convocata dal prefetto

Didattica a distanza, da lunedì 5 mila studenti delle superiori resteranno a casa

di Daniele Camilli

Condividi la notizia:

[DTDinfo id=”adsenseinterno”]

Viterbo – Oltre 10.200 studenti. Tanti saranno coinvolti dalla didattica a distanza (Dad). Più di 5 mila resteranno a casa, vale a dire solo il 13% dell’intera popolazione studentesca. Gli altri 5 mila saranno invece in presenza, secondo le modalità previste da ciascun istituto. Il tutto a partire da lunedì, quando per le scuole superiori della Tuscia entrerà in vigore l’ordinanza regionale approvata ieri sera dal governatore del Lazio Nicola Zingaretti. 

Sono i dati del provveditore agli studi Daniele Peroni che ieri mattina ha preso parte alla riunione in streaming convocata dal prefetto di Viterbo Giovanni Bruno che ha voluto essere aggiornato sulla situazione delle scuole superiori prima dell’inizio della prossima settimana, istituto per istituto, quando inizierà ufficialmente la didattica a distanza coinvolgendo, come richiesto dall’ordinanza regionale, il 50% degli studenti in tutta la provincia. E questo per alleggerire la pressione della mobilità interna al territorio dovuta allo spostamento di persone con mezzi di trasporto che allo stato attuale sembrerebbero essere inadeguati alle esigenze degli istituti scolastici.


Viterbo - La riunione on line tra il prefetto e i dirigenti scolastici della Tuscia

Viterbo – La riunione on line tra il prefetto e i dirigenti scolastici della Tuscia


“Nella provincia di Viterbo – ha detto Peroni – ci sono 43 scuole in tutto. Quindici sono istituti superiori”. Le scuole convocate questa mattina dal prefetto tramite piattaforma telematica. E on line, assieme a Giovanni Bruno e Daniele Peroni, c’erano tutti i dirigenti scolastici. Gianfranco Cherubini, Laura Piroli, Luca Damiani, Maria Rita Salvi, Andreina Ottaviani, Paola Adami, Paola Bugiotti, Simonetta Pachella, Alessandro Ernestini, Alfonso Francocci, Clara Vittori e Laura Bonelli. 


Viterbo - La riunione on line tra il prefetto e i dirigenti scolastici della Tuscia

Viterbo – Il provveditore Daniele Peroni durante la riunione con il prefetto


“Per quanto riguarda la popolazione studentesca – ha aggiunto il provveditore -, gli alunni della Tuscia, compresi gli istituti comprensivi (infanzia, elementari e medie ndr), la popolazione scolastica arriva a 38.500 studenti. Le 15 scuole superiori contano 13.086, vale a dire un terzo di tutti gli alunni iscritti in provincia. Le prime classi delle scuole superiori hanno un numero di alunni pari 2867. Il resto, ossia 10.200 studenti, frequentano dalla seconda alla quinta. Pertanto, applicando la regola del 50% degli studenti in didattica a distanza, da lunedì gli studenti che resteranno a casa saranno 5110. Non sono assolutamente pochi. E questo è il contributo che la scuola dà agli spostamenti nella provincia. Un sacrificio che purtroppo dobbiamo fare”.

Questi sono i dati del provveditore Peroni. Da lunedì, ad essere coinvolti dalla didattica a distanza saranno dunque 10.200 studenti su tutto il territorio della Tuscia. 5100 in presenza, 5100 a distanza. Secondo turnazioni decise da ciascuna scuola. Considerando tuttavia che l’ordinanza riguarda solo gli istituti superiori, sommando anche gli alunni dei comprensivi, da lunedì andranno comunque sia a scuola circa 33.391 studenti. Quelli che resteranno a casa, cioè 5110 alunni, rappresentano soltanto il 13% dell’intera popolazione studentesca. Il rimanente 87% sarà comunque sia in presenza. Inoltre, è probabile pure che lo studente che resta a casa abbia anche un fratello o una sorella che il giorno stesso va a scuola.


Viterbo - Il primo giorno di scuola

Viterbo – Studenti all’uscita di scuola


Una riunione, quella di oggi in prefettura, voluta da Giovanni Bruno “per capire – come ha detto durante la riunione on line – l’attuazione delle nuove regole disposta sulla base del Dpcm del governo e dell’ordinanza emessa dal presidente della regione in merito al 50% della presenza nelle varie classi”. Il prefetto ha inoltre chiesto a ciascuna scuola di fornirgli una nota ufficiale e i dati sulla popolazione scolastica istituto per istituto. Cosa che i dirigenti scolastici hanno già fatto nel corso dell’incontro di questa mattina.

“Le scuole della Tuscia hanno lavorato tantissimo – ha sottolineato il provveditore -, si sono messe in sicurezza e sono il luogo più sicuro dove le persone possono stare. Questo è merito dei dirigenti scolastici”.


Viterbo - La riunione on line tra il prefetto e i dirigenti scolastici della Tuscia

Viterbo – La riunione on line tra il prefetto e i dirigenti scolastici della Tuscia


Il provveditore Peroni ha poi avanzato due proposte che il prefetto porterà all’interno del comitato per la sicurezza che gestisce l’emergenza Covid sul territorio della Tuscia.

La prima proposta. “Per quello che succede all’interno delle scuole sono tranquillo – ha detto Peroni – e metto la mano sul fuoco che tutti i protocolli sono garantiti. Di più non possiamo fare. Si può invece fare di più all’esterno. Al momento dell’uscita dalle scuole. Quando si entra gli studenti sono tutti con la mascherina. Perché sanno che altrimenti non entrano. Quando escono, scatta invece il momento psicologico della libertà e la prima cosa che fanno è la fumatina. Una grossa quota dei ragazzi fuma, si riuniscono in gruppetti, si tolgono la mascherina e fumano. Se prendiamo atto di questo, non vedrei male che all’uscita dalle scuole ci fossero due persone in divisa. Non devono fare nulla, ma i ragazzi si sentirebbero osservati e rispetterebbero le regole. Non è impossibile da fare. Bisogna utilizzare le forze dell’ordine non per rimproverare i ragazzi, ma affinché siano una presenza discreta, di passaggio, per fare in modo che i ragazzi continuino a rispettare le regole. Alcune scuole hanno attivato la protezione civile. Anche la protezione civile non è male”.

La seconda proposta. “Altra cosa è l’incremento dei trasporti – ha aggiunto il provveditore -. Se stiamo facendo la didattica a distanza, il problema in parte è dovuto ai trasporti e alle tratte su cui i ragazzi viaggiano affollati. Su questo settore, a mio avviso, c’è da pensare agli autobus privati. Con le gite che non ci sono, abbiamo autobus fermi e disponibili. Quindi se la difficoltà è trovare autobus, l’affitto da parte di comuni e provincia, potrebbe essere un’idea. Bisogna iniziare a pensarci fin da subito se, dopo 30 giorni di didattica a distanza, vogliamo di nuovo ripartire in presenza in tutte le scuole”. 

Daniele Camilli


La situazione negli istituti superiori e quello che succederà in ciascuna scuola a partire da lunedì

 

Alessandro Ernestini, dirigente scolastico Istituto superiore Santa Rosa di Viterbo

“Vista l’ordinanza, questa mattina abbiamo ristrutturato la nostra precedente organizzazione. In precedenza abbiamo dato priorità alle classi prime e seconde facendole frequentare 4 giorni su 5. Per il liceo musicale abbiamo aperto anche il sabato mattina. Le altre classi erano in alternanza. Con l’ordinanza della Regione, abbiamo ulteriormente ridotto la presenza delle classi seconde, terze, quarte e quinte su due settimane. Riducendo alla metà la frequenza. Ho 830 alunni, frequenteranno giornalmente circa 420, alternandoli a settimane. Una settimana una classe fa tre giorni e la settimana dopo due e viceversa”.

Alfonso Francocci, dirigente scolastico Istituto superiore Midossi di Civita Castellana. Il Midossi ha sedi anche nei comuni di Nepi e Vignanello
 
“Inizialmente, una volta aperte le scuole, abbiamo previsto la didattica a distanza solo per il 20% di alunni al giorno. Dopo il Dpcm e ordinanza ministeriale abbiamo rivisto l’organizzazione, convocando il collegio dei docenti. Da lunedì il 50% delle classi sarà a scuola, l’altro 50% a casa. Sarà un’alternanza settimanale. La scuola che dirigo conta complessivamente 1150 alunni. Da lunedì 575 saranno in presenza”. 
 
Clara Vittori, dirigente scolastica Istituto superiore Buratti di Viterbo
 
“Inizialmente abbiamo previsto la presenza a scuola 4 giorni su 5, con una riduzione del 20% della popolazione scolastica. L’istituto conta 1260 alunni in totale. Gli studenti delle prime classi sono 260. Da lunedì faremo frequentare le classi prime integralmente, 5 giorni a settimana. I restanti studenti saranno per il 50% in presenza e per il 50% a casa. Tuttavia non saremo pronti immediatamente. Prevedo infatti, prima di alternare didattica in presenza e Dad, di fare i primi due, tre giorni solo didattica a distanza, con tutti gli studenti a casa”. 
 
Laura Bonelli, dirigente scolastica Istituto superiore Meucci. L’istituto ha un plesso a Ronciglione e 2 plessi Bassano Romano
 
“La scuola che dirigo conta 1320 alunni, di cui l’85% sono pendolari. Fin dal primo giorno di scuola avevamo previsto la didattica a distanza per tutte le classi e per classi parallele, ruotandole per i vari giorni della settimana. Da lunedì saremo operativi per garantire la presenza del 50% dei ragazzi a scuola”. 
 
Gianfranco Cherubini, dirigente scolastico Istituto superiore di Orte

“Ho una scuola superiore di 765 alunni dislocati su due plessi. Ho una serie di alunni che viaggiano con le ferrovie dello Stato e con il Cotral. Eravamo riusciti a trovare un equilibrio ragionevole e quindi non avevamo ragione di cambiare l’entrata alle 9. Gli studenti arrivano precisi alle 8 ed entrano dentro il cancello di scuola. Rispetto all’ordinanza regionale, andremo a garantire la presenza su 5 giorni lavorativi di tutte le classi prime, tre giorni in presenza per le classi seconde, per le terze, quarte e quinte due giorni in presenza e il resto in didattica a distanza. Con una popolazione quotidiana in presenza di 470 alunni su 765”.

Laura Piroli, dirigente scolastica Istituto superiore Cardarelli di Tarquinia

“Sin dal primo giorno abbiamo attuato la modalità mista. Disitnguendo il tutto a seconda del numero degli studenti presenti classe per classe. Le classi fino a 15 alunni erano in presenza, 5 classi in tutto. Quelle con 18 alunni vedevano invece la presenza dei due terzi degli studenti. Da 18 alunni in su, la presenza era infine del 50%. Da lunedì la didattica a distanza riguarderà tutti e coinvolgerà il 50% degli studenti.
Su 994 alunni, da lunedì saranno in presenza 497”. 
 
Luca Damiani, dirigente scolastico dell’Istituto tecnico tecnologico Da Vinci e reggente dell’Istituto superiore Ruffini, entrambi di Viterbo

“Per quanto riguarda l’Istituto tecnico tecnologico, fino ad oggi, considerando che gli spazi sono consoni, gli studenti hanno fatto lezione tutti quanti in presenza. Da lunedì applicheremo invece il seguente piano: le classi prime, ossia 200 alunni, saranno tutte in presenza. Per il resto il taglio è del 50%. L’istituto conta complessivamente 800 studenti. Togliendo le prime e dividendo le altre, da lunedì gli alunni in presenza saranno circa 500”.

“Passando all’Istituto Ruffini, lo scientifico, qui ci sono 1200 alunni in tutto, di cui 250 iscritti alle classi prime. Già nel piano iniziale avevamo previsto un giorno a settimana di didattica a distanza. A rotazione. Perché lì c’è un problema di capienza delle aule. Da lunedì, ci sarà una presenza giornaliera di 750 alunni”. 
 
Maria Rita Salvi, dirigente scolastica dell’Istituto superiore Dalla Chiesa di Montefiascone
 
“L’istituto conta 979 alunni. Prima dell’ordinanza regionale la didattica in presenza coinvolgeva l’80% degli studenti. Con il biennio sempre a scuola e le altre classi in alternanza. Da lunedì manterremo le prime classi sempre in presenza, alternando le altre metà a scuola e metà a casa”. 
 
Andreina Ottaviani, dirigente scolastica dell’Istituto superiore Farnese di Caprarola e Montalto e reggente dell’Istituto superiore Canonica a Vetralla. Il primo è un istituto alberghiero, il secondo accorpa diversi licei, dallo scientifico allo sportivo.
 
“Dirigo due istituti, uno è l’alberghiero Farnese che ha sede a Caprarola e sede distaccata a Montalto. Poi l’Istituto Pietro Canonica a Vetralla. Per quanto riguarda l’alberghiero, i nostri studenti sono per il 98% pendolari. Perché si tratta dell’unico alberghiero della provincia. Dal 14 settembre, all’alberghiero, abbiamo attivato la didattica integrata. In presenza avevamo le prime e tutte le classi che avevano i laboratori di cucina, sala e ricevimento. Il resto degli studenti era in alternanza tra presenza a scuola e didattica a distanza. Da lunedì siamo pronti e attivi per rimanere in presenza con i laboratori. Per il resto faremo alternanza settimanale con il 50% degli alunni in presenza”.

“Su Vetralla, dove abbiamo i licei scientifico, sportivo, linguistico e il Cat, avevamo gli spazi per prendere tutti gli studenti in presenza, ma già da un po’ di tempo avevamo fatto una didattica integrata, perché con l’aumento dei casi di Covid nella nostra provincia volevamo abituare i ragazzi anche alla didattica a distanza. Da lunedì saremo operativi con il 50% di didattica a distanza. Diciamo sulle classi rispetto agli alunni”.

“Complessivamente ho circa 887 alunni, 447 sono sulla sede centrale di Caprarola, 160 a Montalto e 280 a Vetralla”. 
 
Paola Adami, dirigente scolastica dell’Istituto Omnicomprensivo di Bagnoregio
 
“La scuola che dirigo conta 900 alunni, ma alle scuole superiori (ex istituto agrario ndr) ci sono solo 243 alunni con 11 classi. Siamo forse la scuola superiore più piccola della Tuscia, che dispone però di classi e laboratori grandi. Per questo non ci eravamo posti il problema della didattica a distanza. Il problema per noi sono i trasporti. I nostri alunni non si incontrano nemmeno con i pendolari. Da lunedì, tolte le prime classi, arriviamo a 190 alunni. Faremo la didattica in presenza per 150 studenti e a casa per 100 a casa. Forse da lunedì faremo tutto a distanza per partire per bene da martedì”. 
 
Paola Bugiotti, dirigente scolastica dell’Istituto superiore Savi di Viterbo e reggente dell’Istituto superiore  Colasanti di Civita Castellana
 
“Dirigo due scuole. Il Savi a Viterbo che conta 700 alunni e il Colasanti a Civita Castellana che ne conta invece 900. Da lunedì le prime classi di ciascuna scuola faranno lezione in presenza, mentre le altre classi si alterneranno. Le presenze quotidiane sono le seguenti. Al Savi 350 studenti faranno lezione in presenza, al Colasanti saranno invece 450”.
 
Simonetta Pachella, dirigente scolastica Istituto superiore Orioli di Viterbo
 
“All’Orioli siamo operativi già da ieri, con le terze e quarte classi già in didattica a distanza. Dall’inizio dell’anno ho avuto una rotazione per blocchi a distanza perché non avevo spazi. Una settimana fa ho preso possesso di un terzo plesso, alleggerendo così gli altri due. Il nostro governatore ci impone di rimodulare l’orario. Lo abbiamo fatto oggi. L’Orioli conta 950 alunni. Quindi, nel rispetto dell’ordinanza della Regione Lazio, le prime saranno in presenza e tutte le altre classi per il 50% a distanza. Abbiamo anche 105 alunni disabili. Gli alunni disabili a scorrimento saranno tutti in presenza, gli alunni a valutazione potranno invece usufruire della didattica a distanza. Organizzando il tutto per blocchi”.


 – Dal 26 ottobre didattica a distanza al 50% nelle scuole superiori


Condividi la notizia:
23 ottobre, 2020

Coronavirus ottobre ... Gli articoli

  1. Anche le piscine Carletti diventano zona rossa
  2. Coronavirus, nelle ultime 24 ore 297 morti
  3. "Coronavirus, nel Lazio 2.289 casi positivi e 22 decessi"
  4. Scuole superiori chiuse a Viterbo dal 2 novembre: l'ordinanza completa
  5. Scuole superiori chiuse dal 2 novembre a Viterbo
  6. Oggi 125 positivi, morte tre persone ricoverate a Belcolle
  7. Arena verso la chiusura delle scuole superiori, oggi la decisione
  8. Casi in aumento, chiuse tutte le scuole a Tarquinia
  9. Mille casi a Viterbo dall'inizio della pandemia, ora l'indice Rt è a 1,6
  10. Quattro morti, tra cui un 38enne e una 54enne
  11. Brusca impennata dei contagi, oggi 31084 nuovi casi
  12. Positivi nove ospiti di una casa di riposo a Gradoli
  13. I casi tornano a salire, oggi 224 positivi e 3 persone sono morte
  14. A Orte in quarantena sette classi di quattro scuole
  15. Trulli (Arci): "Chiediamo a comune e regione un fondo d'emergenza per gli affitti delle associazioni di volontariato"
  16. "Scuole superiori chiuse a Civita Castellana, da lunedì lezioni da casa"
  17. Coronavirus nelle case di riposo, altri cinque positivi e tre morti
  18. Viterbese, due nuovi positivi al Covid-19
  19. Il Coronavirus sfonda quota 600mila contagiati e 38mila morti
  20. Altri 7 morti di Covid nella Tuscia, 4 erano ricoverati a Belcolle
  21. "Palestre, c'hanno levato pure la musica... c'hanno levato tutto"
  22. “670 positivi a Viterbo, 99 nelle scuole”
  23. Blocco anti-assembramento dalle 18 anche a viale Trento
  24. Coronavirus, 67 positivi tra dipendenti e sanitari della Asl
  25. Un morto nella casa di riposo di Bagnoregio - A Viterbo più di 600 positivi, sono l'1% della popolazione
  26. Piazze e vie chiuse dalle 18, scatta il blocco anti assembramento
  27. Quasi 25mila nuovi casi, gli attualmente positivi diventano più dei guariti
  28. Coronavirus, oggi 136 casi e un altro morto
  29. Coronavirus, mini zone rosse a Viterbo
  30. Con sintomi la metà dei nuovi positivi - A Celleno torna l'incubo del virus
  31. Boom di casi a Nepi e il sindaco denuncia: "Ci sono persone in quarantena che vanno in giro"
  32. Il sindaco di Tuscania fa scattare i controlli sui bus: "Chiesti sacrifici a tanti, ma sui trasporti si sta facendo poco"
  33. Quasi 22mila casi e 221 morti, il Coronavirus corre sempre più
  34. 111 nuovi positivi e un morto di 60 anni
  35. A Civita Castellana oggi otto positivi
  36. Troppi assembramenti, mini zone rosse a Tuscania
  37. "Taglio e piega a metà prezzo alle categorie svantaggiate dal coprifuoco"
  38. "Negativi al Coronavirus gli insegnanti dell'istituto Stradella"
  39. Positivi neonato e giovane operatore sanitario - Nella Tuscia l'età media dei ricoverati è di 60 anni
  40. "Non siamo noi gli untori, il problema semmai sono i trasporti..."
  41. Nuovi casi in calo (17012), ma con oltre 37mila tamponi in meno rispetto a ieri
  42. "Bar e pasticcerie aperti fino alle 20, ristoranti fino alle 22"
  43. Mai così tanti in un giorno: oggi 214 positivi
  44. "Alcuni contagiati non dicono con chi hanno avuto contatti per non far finire parenti e amici in quarantena"
  45. Contagiata tutta la San Raffaele Arcangelo di Bagnoregio, casi tra gli ospiti della Myosotis di Bomarzo
  46. Farnese non sarà zona rossa
  47. L'appello dei sindaci ai genitori: "Controllate i vostri figli o denunciamo"
  48. Un morto di soli 51 anni, superati i 2mila casi nella Tuscia
  49. "Un morto di Covid nella Tuscia e 1541 nuovi casi nel Lazio"
  50. 145 nuovi positivi nella Tuscia, 8 sono operatori di una casa di riposo di Bagnoregio
  51. Altri 24 positivi a Civita Castellana: il totale schizza a 122
  52. "Dobbiamo gestire la pandemia per scongiurare un nuovo lockdown"
  53. Fine settimana nero, un altro morto nella Tuscia
  54. "Positiva al Covid, l’aria nei miei bronchi era come fuoco e non riuscivo a respirare..."
  55. "Bene la didattica a distanza, ma adesso va potenziato il servizio di trasporto per gli studenti"
  56. "Viterbo pesantemente colpita dal virus, andiamo incontro a mesi difficili e servono provvedimenti"
  57. "Focolaio alle medie, da domani scuola chiusa e tamponi a tappeto"
  58. La terapia intensiva di Belcolle è piena
  59. "Covid, la crisi la devono pagare lo stato e i padroni"
  60. Coronavirus, in aumento i nuovi casi (19644) e i morti (151)
  61. "Oggi 1687 nuovi casi nel Lazio"
  62. Sempre alto il numero di positivi: oggi 145, morti un 51enne e una 86enne
  63. Coronavirus, altri due morti nella Tuscia
  64. "Scuole, i genitori negazionisti stanno prendendo piede e in alcuni casi sono un problema"
  65. Coprifuoco, sette multe e un locale chiuso in dieci minuti
  66. Alunni e docenti positivi, scuole sorvegliate speciali a Capranica
  67. "Positiva ospite della casa di riposo, struttura isolata e tamponi a tappeto"
  68. Bambini e ragazzi positivi, ventinove hanno tra uno e 18 anni
  69. "Sopralluogo della Asl nella casa di cura Myosotis, non sono emerse criticità"
  70. "Da questa sera alle 24 stop agli spostamenti nel Lazio"
  71. Volano ancora i contagi in Italia, oggi 19.143 nuovi casi
  72. "Un altro morto di Covid nella Tuscia e 1389 nuovi casi nel Lazio"
  73. Positivo il comandante della compagnia dei carabinieri Alfredo Tammelleo
  74. Altri 167 Covid-positivi, salgono a 7 i ricoverati in terapia intensiva
  75. "Coprifuoco, capisco che qualcuno abbia un'altra idea ma le regole vanno rispettate"
  76. Farnese sotto osservazione, il sindaco: "Negativi i primi test sulla popolazione"
  77. Raddoppiano i posti letto Covid a Belcolle, +10 in terapia intensiva
  78. Coronavirus, positivo il sindaco Sandro Giglietti
  79. Anziana morta, allarme in una casa di cura di Bomarzo
  80. Altri tre positivi nella Flaminia, il club chiede il rinvio dei prossimi due match
  81. "Covid, nel Lazio oggi 1.251 nuovi positivi e 107 guariti"
  82. Coronavirus, altri 16mila casi e 136 morti
  83. Tre morti, fra cui una ospite della casa di riposo a Farnese, e 69 positivi
  84. “Oggi 27 positivi a Viterbo"
  85. Coronavirus, nell'Alto Lazio torna la paura per Rsa e comunità
  86. Boom di casi tra i giovani - Ragazzo scopre di avere il Covid nel giorno del 18esimo compleanno
  87. Arena: "75 studenti positivi nelle scuole" - Somigli (Uil): "La didattica a distanza va aumentata"
  88. Ancora studenti, docenti e collaboratori scolastici positivi
  89. Coronavirus, un'altra vittima nella Tuscia
  90. Coprifuoco nel Lazio, l'autocertificazione
  91. Coprifuoco dalle 24 e più didattica a distanza alle superiori, firmata l'ordinanza
  92. Coronavirus, da domani attivo il team Uscovid
  93. Il Covid prende il volo, oggi oltre 15mila nuovi casi
  94. Oggi 99 positivi, quasi la metà nel capoluogo
  95. Due insegnanti del Ruffini positivi al test rapido
  96. "Oltre 60 positivi nelle scuole, non si può parlare di boom ma ci sono casi ogni giorno"
  97. Coronavirus, positivi un bambino di un anno e 12 religiosi del convento dei cappuccini
  98. Contagi di nuovo sopra quota 10mila e quasi 90 morti
  99. "Coronavirus, nel Lazio 1.224 casi positivi, 5 decessi e 77 guariti"
  100. Domani test antigenici su tutti i cittadini di Farnese
  101. 108 nuovi casi di Covid, 44 solo a Viterbo
  102. Altri sei casi a Fabrica di Roma tra cui un bimbo di un anno
  103. Cluster al convento dei cappuccini a Viterbo, positivi 12 religiosi
  104. Focolaio nella casa di riposo, contagiati quasi tutti gli anziani
  105. In 1400 hanno avuto il Covid nella Tuscia, più della metà (782) sono ancora positivi
  106. Assistente sociale del Comune positiva al Covid-19
  107. A Tarquinia classe delle elementari in quarantena, a Vejano materna chiusa per undici giorni
  108. "Nel Lazio oggi 939 positivi, lieve calo a Roma, trend alti a Viterbo, Latina e Frosinone"
  109. Nuovi casi in calo (9338) ma oltre 47mila tamponi in meno
  110. Focolaio in una casa di riposo: 25 positivi, tamponi a tutto il personale
  111. Il virus supera quota cento, oggi 114 positivi e 2 morti
  112. Scuole di Viterbo, positivi già cinquanta studenti
  113. Il Coronavirus nelle scuole, altre insegnanti positive
  114. Il Covid non risparmia i più piccoli: ricoverato bimbo di 12 mesi, positivi uno di 2 e un altro di 3 anni
  115. Casi all'istituto Villa Santa Margherita, il direttore Mancini: "Positivo anche un ospite"
  116. Cresce la curva dei contagi, oggi 11mila 705 nuovi casi e 69 morti
  117. "Coronavirus, oggi nel Lazio 1.198 positivi, 6 decessi e 49 guariti"
  118. "Più alternanza della didattica a distanza e altre modalità di ingresso-uscita dalle scuole"
  119. Coronavirus sempre più in alto: altri 71 casi, più della metà a Viterbo
  120. Coronavirus, morta una donna di 39 anni
  121. Coronavirus, leggermente in calo i positivi nell'Alto Lazio
  122. "Covid, didattica a distanza nelle scuole del capoluogo a partire da lunedì"
  123. Coronavirus, oggi 10mila 925 nuovi casi e 47 morti
  124. Assessora positiva, sindaco Bartolacci e giunta per precauzione in quarantena
  125. Quasi mille casi oggi nel Lazio, 12 i morti e 62 guariti
  126. 74 positivi oggi nella Tuscia, quasi la metà a Viterbo
  127. Sette nuovi positivi oggi, 3 ricoverati a Malattie infettive
  128. Coronavirus, morto anziano di Capranica e positiva una bimba di 2 anni in Sabina
  129. Continua la crescita dei nuovi casi in Italia, oltre 10mila nelle ultime 24 ore
  130. "Sport a porte chiuse, stop a mercato settimanale e più didattica a distanza"
  131. Nuova impennata di casi: oggi 80 positivi, 4 in terapia intensiva e un morto
  132. Coronavirus, operativo il drive-in al Riello
  133. Bimba positiva al Covid, chiusa la scuola d'infanzia di Farnese
  134. Coronavirus, ieri 94 i casi nell'Alto Lazio
  135. Il contagio non rallenta: 8804 casi e morti quasi raddoppiati rispetto a ieri
  136. I positivi tornano a salire, oggi sono 39
  137. "Due nuovi positivi oggi, sono in isolamento domiciliare"
  138. Il sindaco chiude la scuola e una palestra: "È atteggiamento dittatoriale? Non me ne frega un c...o"
  139. Contagiati dieci sanitari della Asl - Aumentano i ricoverati, c'è anche una ragazza
  140. Oggi 7332 nuovi casi, è il nuovo record assoluto
  141. Coronavirus: 25 positivi oggi, 4 ricoverati a Malattie infettive
  142. "Un nuovo positivo a Civita Castellana"
  143. "Il Covid fa paura ma il Colasanti è una scuola sicura"
  144. Mille contagi nella Tuscia, più di 400 positivi e 850 persone in quarantena
  145. Coronavirus, nuovo picco di contagi: oggi 5901
  146. "Balzo in avanti dei positivi nel Lazio: 579 - Aumenti importanti dei casi a Viterbo e Latina"
  147. "Balzo in avanti dei positivi nel Lazio: 579 - Aumenti importanti dei casi a Viterbo e Latina"
  148. Coronavirus, mai così tanti casi: oggi 69 positivi
  149. Sei nuovi positivi a Civita Castellana, casi all'istituto Colasanti
  150. Contagiati un primario di Belcolle e il presidente dell'ordine degli avvocati
  151. Test anti-Covid sulla popolazione, seconda tranche negativa
  152. Covid a Viterbo, il virus si insinua alle superiori
  153. 4mila 619 nuovi casi e 39 morti nelle ultime 24 ore
  154. Dal basket al calcio, niente sport di contatto al chiuso - Per tutte le attività due metri di distanza tra gli atleti
  155. 36 nuovi casi nella Tuscia, 10 presentavano sintomi
  156. "Il sistema-treni finora regge, ma solo perché siamo in pochi a viaggiare..."
  157. Cento casi a Viterbo
  158. In Italia ci sono 79mila 075 attualmente positivi
  159. Da domani drive-in a Tarquinia e da mercoledì a Civita Castellana, quello di Viterbo da Belcolle al Riello
  160. A Viterbo 41 casi, a Frosinone 35, a Latina 25 e a Rieti 7
  161. Altri 42 casi, gli attualmente positivi sono più di 300
  162. Aumentano i casi all'istituto Meucci
  163. Ancora nuovi contagi, la Tuscia è il territorio più colpito
  164. Niente sport da contatto per 30 giorni, alle comunioni misurazione della febbre e in chiesa solo genitori e fratelli
  165. 29 morti e 5724 nuovi casi, oltre mille solo in Lombardia
  166. Nuovi casi in lieve diminuzione (384), sei i morti
  167. Covid, altro boom: 40 positivi e 625 persone in quarantena
  168. Nepi vuole anticipare tutti: stop a sport da contatto e limiti alle feste
  169. Superati gli 800 contagi nella Tuscia: positive intere famiglie, studenti e sportivi
  170. "La Tuscia verso un mini-lockdown"
  171. Casi alla Fantappiè e alle superiori, aumentano i positivi all'Ellera
  172. "Coronavirus, oggi nel Lazio 387 casi, 47 guariti e sei decessi"
  173. In Italia 5372 nuovi positivi e 28 morti nelle ultime 24 ore
  174. Coronavirus, venerdì nero - 44 positivi, 11 sono sintomatici e tre ricoverati
  175. "Dodici positivi in una palestra a Nepi, tre contagiati a un battesimo a Corchiano"
  176. Coronavirus, vigile del fuoco positivo e una squadra in quarantena
  177. Il Covid colpisce alcuni alunni della Tuscia, lezioni a distanza e classi in quarantena
  178. Covid, partite le indagini delle forze dell'ordine per i volantini antimascherine
  179. 18 nuovi positivi al Coronavirus, 8 solo a Viterbo
  180. Nuovi casi di Covid, classe d'asilo in quarantena all'istituto Marconi di Vetralla
  181. Tamponi a tutta la classe e bambini isolati per 14 giorni
  182. "La pandemia è falsa, un popolo impaurito è più facile da manovrare"
  183. "Nel Lazio 357 nuovi casi e 6 morti nelle ultime 24 ore"
  184. Oggi 3678 nuovi casi, è il dato più alto da quasi sei mesi
  185. "In aumento casi da feste e cerimonie e in Rsa e case di riposo"
  186. Nuovo boom di casi: oggi 25 positivi
  187. "Tampone per tutte le persone coinvolte della classe"
  188. Il virus rallenta, Montefiascone e Carbognano di nuovo Covid-free
  189. Covid, volantini negazionisti distribuiti a Viterbo: "Non ci vaccineremo e non indosseremo le mascherine"
  190. A Vetralla positive anche due maestre, a Castel Sant'Elia scuole chiuse per Covid
  191. Coronavirus, in Italia si torna sopra i 60mila attualmente positivi
  192. Palestra alle porte di Nepi chiusa per Covid
  193. Oggi 8 casi e 3 guariti, stabile il numero dei ricoverati
  194. Giunta e dipendenti comunali non hanno il Covid, riapre il municipio
  195. "Fake news che ci sono altri casi a Ronciglione, presentata denuncia per procurato allarme"
  196. "Troppi assembramenti fuori dalle scuole e alle fermate dei bus, i giovani vanno sensibilizzati"
  197. Ancora uno studente positivo
  198. 248 casi, 7 positivi a un battesimo - Forte attenzione a Latina, vertice su restrizioni movida
  199. Nuovi casi in calo (2257), ma oltre 32mila tamponi in meno rispetto a ieri
  200. "Coronavirus, negativi gli allievi dell'Istituto alberghiero che si sono sottoposti al test rapido"
  201. Dieci nuovi casi a Civita Castellana, focolaio in una comunità religiosa
  202. Incubo Covid, 25 contagiati e nessun guarito
  203. "Una cena e una partita di calcetto all'origine del contagio"
  204. Coronavirus a scuola, positivo bambino delle elementari
  205. Nella Tuscia 48 casi in sette giorni
  206. Altri due alunni positivi, il sindaco chiude l'istituto Alighieri e la primaria Don Bosco
  207. Nelle ultime 24 ore 2mila 578 nuovi casi e 18 morti
  208. Altri sei positivi, quattro con i sintomi del Covid
  209. Nella Tuscia aumento di contagi, ricoveri e pazienti con sintomi
  210. Coronavirus, oggi 27 morti e 2844 nuovi casi
  211. Boom di positivi: 16 in un giorno, due sono ricoverati
  212. Alunni positivi al Covid, due classi in quarantena
  213. Caso di Covid in comune, test e tamponi per giunta e dipendenti
  214. Contagiati dopo una cena
  215. Oggi 2mila 499 casi, 23 morti e 1126 guariti
  216. 27 positivi a Latina, 17 a Frosinone, 10 a Rieti e 8 a Viterbo
  217. "Da domani mascherina all'aperto obbligatoria anche a Viterbo"
  218. Altri otto casi, gli attualmente positivi diventano 119
  219. Mascherina, scatta l'obbligo anche all'aperto nel Lazio
  220. Dipendente contagiato dopo una cena, il comune chiuso per Covid
  221. A Ronciglione positivo bambino di sei anni, primo caso a Calcata
  222. "Nel Lazio 5 morti e 265 casi, la gran parte per il non uso della mascherina"
  223. Oggi 2548 nuovi casi, mai così tanti dal 24 aprile
  224. Coronavirus, sette casi nelle ultime 24 ore
  225. Coronavirus, 23 nuovi casi e un morto nell'Alto Lazio

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR