--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Dietro all'annuncio a sorpresa del sindaco Michelini, le troppe sollecitazioni cui da giorni è sottoposto per gli assessorati - Si prevedono rimescolamenti sostanziali in giunta

Deleghe ritirate per le eccessive pressioni dei partiti…

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Leonardo Michelini

Leonardo Michelini

Viterbo – Tira tira, la corda si è spezzata e ieri in consiglio comunale il sindaco Leonardo Michelini ha dato una svolta alla crisi a palazzo dei Priori.

Ritirate tutte le deleghe assegnate agli assessori. Se le riprende tutte lui. Le riassegnerà.

Una mossa a sorpresa che si spiega con le pressioni cui ormai da giorni, il primo cittadino è sottoposto.

Non solo dai partiti, ma anche dalle correnti interne alle formazioni che lo sostengono. A cominciare dal Pd. Avrà voluto lanciare un messaggio.

Non è un caso che abbia affermato come non sia al servizio dei partiti, ma sulle deleghe decida in autonomia. “Faccio il sindaco – ha detto ieri Michelini – e mi prendo le prerogative di nominare assessori e conferire le deleghe. Se devo fare il dipendente di qualche partito, allora torno a fare il mio lavoro a tempo pieno”.

La parte politica l’ha ascoltata. Sul resto spetta a lui. Cosa deciderà, è avvolto nel mistero. Tutto si dovrebbe risolvere entro mercoledì.

Il sindaco è criptico anche con i suoi. Ieri dell’annuncio lo sapevano davvero in pochi. Fra questi l’assessore Antonio Delli Iaconi e probabilmente anche la collega Raffaela Saraconi.

Per tutti gli altri, un fulmine a ciel sereno e spiegazione postuma nell’ufficio del sindaco.

Qui ha spiegato che il passaggio del ritiro deleghe era necessario per mettere mano al progetto che ha in mente e che i ruoli li decide lui, dal momento che dalla politica ha già ricevuto la fiducia e i partiti hanno confermato il gradimento agli attuali assessori.

Il vero punto è capire cosa riuscirà a produrre il sindaco, quali modifiche apporterà alla squadra.

Dato per assodato un assessorato con a capo tutti i servizi erogati dal comune, a cominciare dall’Igiene urbana, la verifica non può fermarsi qui.

L’operazione è scontata. Un annuncio così plateale lascia intendere invece altri cambiamenti e di ben altra natura. Spostamenti di un certo peso.

In questo quadro, lo scambio di deleghe Ricci – Saraconi non è ancora tramontato.

I partiti che lo sostengono sono in attesa, mentre si riprendono dal colpo di scena. Le due principali formazioni a sostegno del sindaco non ne sapevano nulla.

A cominciare da Oltre le mura. Così il Pd.

Ieri il capogruppo Francesco Serra non era in consiglio comunale, ma ha accolto positivamente la decisione del sindaco Michelini di prendere in mano la situazione.

Adesso non rimane che risolverla e in fretta.

Giuseppe Ferlicca


Articoli: L’opposizione: “La maggioranza è implosa” – Michelini: “Entro mercoledì riassegno le deleghe” – Michelini azzera la giunta


Condividi la notizia:
29 novembre, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR