Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Stop alla sentenza: i giudici vogliono ascoltare di nuovo le vittime

Tentato omicidio, il tribunale prende tempo

Condividi la notizia:

Viterbo - La procura

Viterbo – La procura 

Viterbo – Erano pronti per la sentenza: dovranno tornare in aula a ottobre.

Sul processo per tentato omicidio a carico di tre giovani imputati, il tribunale di Viterbo prende tempo.

Ieri mattina, il collegio dei giudici, anziché decidere, ha informato accusa e difesa di voler ascoltare di nuovo le parti offese, due trentenni viterbesi. Dovranno ripercorrere ancora una volta la notte del 29 novembre 2009, quando uno dei due fu investito all’alba dai tre imputati e lasciato sull’asfalto (tra le accuse, anche quella di omissione di soccorso).

Alle vittime, parti civili al processo, si chiede di raccontare nuovamente la dinamica e riconoscere in aula gli imputati, tutti viterbesi sui 25 anni. Un ultimo e decisivo riscontro prima della sentenza, a sei anni da quella notte movimentata sulla Teverina.

I due amici, di ritorno da una serata in discoteca, erano andati a fare colazione in una pizzeria in viale Baracca. Ascoltati al processo, quattro anni fa, dissero di essere stati accerchiati all’improvviso dagli attuali imputati e picchiati a sangue, per poi scappare e incontrarli nuovamente in macchina, pochi metri più giù: uno dei due trentenni fu investito.

Un gesto voluto e premeditato, per il pm Massimiliano Siddi, secondo il quale l’investimento è stato l’atto finale di un’escalation di violenza. Per le difese, invece, le lesioni riportate dai due con dieci e venti giorni di prognosi, sarebbero riferibili alla rissa fuori dalla pizzeria e solo in parte all’investimento che, comunque, sostengono gli avvocati e ribadiscono gli imputati, è stato un incidente.

Tra un mese, la nuova deposizione delle parti civili. Poi la sentenza.


Articoli: Investito dopo rissa, gli imputati: “E’ stato un incidente” – Investito dopo una rissa, via alla doppia perizia – Picchiato a sangue e investito – Accusati di aver investito un ragazzo, tutti a casa – Tentato omicidio, tre giovani in manette


Condividi la notizia:
16 settembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR