--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Carabinieri - E' il 33enne di Capranica che minacciava di uccidere a picconate i familiari - Appena lunedì il giudice gli aveva inflitto un anno e cinque mesi

Appena condannato, torna ad aggredire i genitori e finisce in manette

Condividi la notizia:

Carabinieri

Carabinieri

Capranica – Lunedì è stato condannato a un anno e cinque mesi dal giudice Giacomo Autizi per avere minacciato di morte con un piccone i genitori e avere picchiato il padre mandandolo in ospedale con una prognosi di cinque giorni, ieri si è fatto arrestare per maltrattamenti in famiglia.  

E’ il 33enne, difeso dall’avvocato Luigi Mancini, denunciato per minacce e lesioni personali aggravate nel 2016 e contestualmente allontanato dalla casa dei genitori. 

Dopo la sentenza datata appena 10 dicembre, invece di restare alla larga dai familiari, con cui avrebbe sempre avuto rapporti burrascosi, sarebbe piombato nell’abitazione di Capranica dove vivono, aggredendo nuovamente il padre e la madre, costretti a chiedere l’intervento dei carabinieri che hanno fatto scattare le manette ai polsi del giovane. 

L’ennesimo episodio di violenza sarebbe avvenuto durante la notte tra martedì e mercoledì, a sole poche ore dalla sentenza di condanna per minacce e lesioni aggravante. Stavolta l’ipotesi di reato è quella di maltrattamenti in famiglia.

Questa mattina il 33enne dovrà comparire davanti al giudice per l’interrogatorio di convalida. 


Articoli: Minaccia di uccidere i genitori a picconate e picchia il padre, condannato – Minaccia di morte i genitori con un piccone e picchia il padre


Condividi la notizia:
13 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR