--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Capranica - Vittima una 14enne, che si è subito confidata in lacrime con la madre - Sotto processo per violenza sessuale su minore un uomo di 44 anni

“Mi ha dato la mano per presentarsi e se l’è portata sui genitali”

di Silvana Cortignani

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo - Un'aula del tribunale

Viterbo – Un’aula del tribunalejm

Capranica – “Mamma, mi ha dato la mano come per presentarsi, invece se l’è portata sui genitali”. Vittima di un 44enne una ragazzina di 14 anni che la sera del 3 agosto 2015 stava tornando a casa con un’amica.

A casa c’è tornata piangendo. Erano circa le 22,30 quando la ragazzina è entrata nella camera da letto dei genitori in lacrime, chiedendo alla madre: “Conosci Alì? Mamma, mi ha messo la mano sulle sue parti basse”.

Alì è un tunisino, sotto processo per violenza sessuale aggravata dalla minore età della vittima davanti al collegio presieduto dal giudice Gaetano Mautone. La giovane, la cui versione è stata già cristallizzata nell’incidente probatorio, non dovrà testimoniare in aula. E’ stata invece sentita la madre, la cui deposizione, ieri, ha segnato l’apertura del dibattimento. 

La figlia le ha raccontato che, mentre camminava con l’amica e un ragazzo in centro, di fronte a un negozio di giocattoli, hanno incontrato altri due amici, fermandosi per un saluto. 

“Dietro di loro c’era questo Alì, che ha allungato la mano come per presentarsi. Invece ha preso la sua e se l’è appoggiata sulle parti basse, allungando l’altra sul seno. Poi le ha detto che era stato uno scherzo. Mia figlia aveva solo 14 anni e fino a quel giorno era sempre stata forte e sicura di sé. Ho chiamato immediatamente i carabinieri e lo sono andato a cercare”, ha spiegato la madre, interrogata dalla pm Chiara Capezzuto, sottolineando che tutti conoscono Alì a Capranica, dove all’epoca faceva il meccanico.

Da un po’ l’imputato non si vedrebbe più in paese, dopo una richiesta di espulsione, che però sarebbe stata respinta dal gip.

Tra i testimoni anche il ragazzo e la ragazza con cui la vittima si è fermata per un saluto. “Alì non era con noi, ma ci camminava dietro. Quando ci siamo fermati è andato dritto verso la nostra amica con la mano tesa, come per dire ‘piacere’. Lei gli ha porto la mano e lui l’ha afferrata e se l’è portata sulle parti basse. Quindi siamo andati tutti via, ma dopo una decina di minuti lei mi ha telefonato, spaventata e piangendo, per chiedermi se sapevo dove fosse Alì”, ha detto il giovane. 

Dopo qualche giorno, Alì lo avrebbe minacciato all’esterno di un bar di Capranica. “Finché vi offro la roba, va tutto bene. La prossima volta ti ammazzo”, gli avrebbe detto, in tono allusivo, al che il ragazzo, allora quindicenne, ha chiamato in soccorso il padre.

Secondo la coetanea che quella sera era con lui, invece, l’imputato aveva già puntato la quattordicenne. “Siccome lei portava i capelli corti, mi ha chiesto se fosse maschio o femmina. Io gli ho detto ‘è femmina’, lui mi ha risposto ‘no no, è maschio’. Poi mi sono distratta e quando mi sono girata verso di loro c’era lui che rideva e lei che aveva la faccia di vergogna”, ha raccontato la ragazza.

Il 21 settembre di tre anni fa, il 44enne, denunciato a piede libero, è stato colpito da divieto di avvicinamento alla vittima e alla madre. In seguito alla querela, infatti, oltre a prendersela con l’amico, anche lui minorenne, della quattordicenne, se la sarebbe presa anche con loro. Oltre che di violenza sessuale aggravata, ai giudici del tribunale di Viterbo, deve quindi rispondere anche di minacce. 

Prossima udienza l’8 maggio 2019.

Silvana Cortignani


Articoli: Palpeggiata in strada, la ragazzina ascoltata in aula – Costringe 14enne a toccarlo e poi la palpeggia

6 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR