Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

25 aprile - Viterbo - La leader di Fratelli d'Italia attacca il presidente dell'Anpi Enrico Mezzetti - Il capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida: "Ha gettato palate di fango sulle nostre forze armate"

Giorgia Meloni: “I nostri soldati non meritano di essere umiliati, vergogna”

Condividi la notizia:

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera

Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera

Viterbo – “Inaccettabile quanto accaduto a Viterbo, dove il presidente locale dell’Anpi attacca le forze armate durante il suo discorso alla cerimonia del 25 aprile, facendo abbandonare la piazza ai militari presenti. Bene ha fatto il generale di Brigata Paolo Riccò a far rientrare il picchetto d’onore. I nostri soldati non meritano di essere umiliati. Vergogna”.

E’ quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

A fargli eco il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

“Un’autentica vergogna quanto accaduto ieri a Viterbo – ha spiegato quest’ultimo -, dove il presidente dell’Anpi nel suo discorso in occasione del 25 aprile ha gettato palate di fango sulle nostre forze armate, alle quali esprimiamo piena solidarietà e vicinanza per gli intollerabili insulti ricevuti.

Come al solito i sedicenti paladini della democrazia e della tolleranza sono i primi a rivelarsi mistificatori e predicatori di odio cieco e ideologico, arrivando a oltraggiare chi, come i nostri uomini in divisa, merita solo rispetto e riconoscenza”.


Multimedia: Gallery: La contestazione contro il presidente dell’Anpi – La celebrazione del 25 Aprile Video: I momenti della contestazione contro il presidente dell’Anpi – Il 25 Aprile a Viterbo

Articoli: Cgil: “Sconcertanti le esternazioni del Ministro dell’Interno” – Perinelli (Spi-Cgil): “Cosa ha mai detto di così disdicevole il presidente dell’Anpi?” – Fusco (Lega): “Un insulto a tutte le forze armate” – Mauro Proietti: “Intervento inopportuno dell’Anpi e del suo presidente” – Fratelli d’Italia: “25 aprile, inaccettabile il dileggio dei nostri militari” – Arci: “E’ la festa del popolo che ha sancito l’inizio della stagione democratica”  – Giacomo Barelli: “25 aprile, un gesto grave derubricato a gesto di folklore…”  – Lega: “25 aprile, è stato accaparrato un palcoscenico per distribuire odio”  – Usb “25 aprile, decine di bandiere sindacali presenti”  – Potere al Popolo Tuscia “25 aprile, hanno partecipato decine di persone e numerose autorità”  – Rifondazione comunista: “25 aprile, c’è stata anche una nota di folclore…”  – Infantino (Anpi): “L’Anpi non fa alcuna distinzione di colore politico” – Quadrani (Circolo reale della Tuscia): “Una manifestazione gestita in modo fazioso”  – Liberazione, il presidente dell’Anpi duramente contestato in piazza


Condividi la notizia:
26 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR