--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il giorno dopo il sit-in nell'area termale interviene Giuseppe Puri, legale Freetime: "La chiusura del pozzo è segnato"

“Masse di San Sisto, nessuna mediazione è possibile”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giuseppe Puri

Giuseppe Puri

Viterbo - Sit in alle masse di San Sisto

Viterbo – Sit in alle masse di San Sisto

Viterbo - Sit in alle masse di San Sisto

Viterbo – Sit in alle masse di San Sisto

Viterbo – “Masse di San Sisto, nessuna mediazione è possibile”. Il giorno dopo il sit in nell’area termale, Giuseppe Puri, legale della Free Time, lascia poco spazio alla discussione.

Ieri mattina, il sindaco Giovanni Arena è intervenuto e ai responsabili dell’associazione le Masse, gestori dell’area e della società Antiche terme romane, proprietari dei terreni dove si trovano le vasche d’acqua termale, ha rassicurato di volersi fare promotore di un incontro tra le parti.

Le Masse, che vorrebbe mantenere aperto il sito e Free time, che forte dei provvedimenti del tribunale, detiene l’uso della risorsa termale per realizzare l’impianto poco distante, al Paliano.


Media: Video: Sit-in per salvare le Masse – Gallery: Sit in alle Masse di San Sisto


Spazi di manovra, per il legale, non sembrano esserci. Ieri, Puri non era presente all’incontro. C’erano solo i colleghi della parte avversa.

“Non sono voluto intervenire volutamente a questo tipo di rappresentazioni”, precisa Puri. C’era, invece, il sindaco Giovanni Arena.

“Non capisco come si possa essere mediatori tra un soggetto che cerca di rispettare la legge – osserva Puri – e l’altro, che è dichiaratamente abusivo da circa dieci anni. In questo senso nessuno si esprime”. Il primo la Freetime, il secondo, l’impianto alle Masse.

Tanto per essere chiari: “Nessuna mediazione – sottolinea Puri – è possibile con un soggetto che è dichiaratamente abusivo”.

Ieri, erano in programma le procedure per eseguire l’ordinanza del tribunale. Rimandata, per la rinuncia all’incarico da parte di Giuseppe Pagano, geologo nominato custode.

“Il rinvio non è derivante da proteste o altro – osserva il legale – tra l’altro, Pagano ha preferito rinunciare, non perché fosse consulente di qualcuno.

È il direttore della miniera, il cui costo è sopportato dal concessionario, ma il direttore è un funzionario pubblico e non ha profili d’incompatibilità con la vicenda. Risponde solo alla polizia mineraria della regione”.

Qualcosa per Puri è avvenuto. “La regione è intervenuta sui luoghi, ha fatto un programma d’intervento per la chiusura del pozzo, la cui fine è segnata. Salvo provvedimenti dell’ultima ora, dettati dalla contingenza di fatti che possano far sospendere momentaneamente la vicenda, la regione stabilito un programma l’intervento di messa in sicurezza sul pozzo, la cui fine è segnata”.

Per più di una ragione: “È la stessa regione – osserva Puri – prima ancora del giudice di Viterbo, ad aver comminato e diffidato se non ricordo male, almeno 4 volte, i responsabili della struttura. Questo è il quadro esatto della questione, parlano i documenti e gli atti sono consultabili”.

Mentre per il primo cittadino: “Chiamerò il sindaco – precisa Puri – voglio capire a che titolo è intervenuto”.

Giuseppe Ferlicca


Articoli: L’associazione Salviamo le Masse di San Sisto: “Le Masse, chiusura della sorgente solo rinviata, non abbassiamo la guardia” – “Le Masse di San Sisto non devono morire” – Masse di San Sisto, mercoledì si “chiudono i rubinetti” – Sit-in di protesta contro la chiusura delle Masse di San Sisto  – “Masse di San Sisto, siamo lontani dal mettere la parola fine” – Masse di San Sisto ultimo atto, il giudice ordina la chiusura – Il giudice: “Chiudete le masse di San Sisto” – I giudici: “Le Masse di San Sisto vanno chiuse”


Condividi la notizia:
18 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR