--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Anche il consigliere Fabrizio Purchiaroni (Forza Civica) si schiera contro il provvedimento firmato dal sindaco Arena

“Ordinanza antibivacco assurda, è un danno per la città”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Fabrizio Purchiaroni

Fabrizio Purchiaroni

Viterbo – “L’ordinanza antibivacco è un danno per la città”. Il provvedimento del sindaco Giovanni Arena continua a far discutere e alla folta schiera di scontenti si aggiunge Fabrizio Purchiaroni, consigliere comunale approdato a Forza Civica, dopo essere stato eletto con il partito del primo cittadino, Forza Italia.

Deluso per l’andamento dell’amministrazione e adesso deluso pure dall’ultima decisione, con cui si vieta di dormire, sdraiarsi, mangiare in luoghi pubblici. “Mi pare una scelta assurda – osserva Purchiaroni – il comune bivacca continuamente, lasciando cestini dei rifiuti pieni, tanto per dirne una. Dovrebbe essere prima l’amministrazione a fare qualcosa”.

Dell’ordinanza in vigore fino al 6 gennaio dentro le mura non se ne sentiva il bisogno. “Come si può pensare, con tutti i problemi che abbiamo, che ci possa essere tempo e s’impieghino risorse per un simile provvedimento? Tra l’altro non la vedo nemmeno come un’esigenza sentita.

Ma poi, cosa otterremo? Se si fa una multa da 50 a 500 euro, faccio per dire, a un clochard, lo si educa? O si pensa che la possa pagare?”.

Sul divieto di “soste”, per Purchiaroni si sfiora il ridicolo. “Prima di vietare di sedersi sul muretto di una scuola – osserva il consigliere Forza Civica – bisognerebbe mettere le panchine, prima di vietare di poggiare a terra un sacchetto col panino, sarebbe il caso di posizionare i cestini, sostituire quelli rotti, svuotare quelli pieni”.

Per quanto si sforzi, Purchiaroni stenta a trovare una ragione che ha spinto il primo cittadino a firmare il provvedimento.

“Non capisco il senso che possa avere un’ordinanza vissuta come una vessazione, piuttosto che mettere in atto pratiche concrete e tangibili per il decoro della città”. La prima che viene in mente al consigliere: “Due vigili per le vie del centro valgono più di mille ordinanze e costerebbero di certo meno”.

L’ordinanza vale 24 ore e arriva dopo un altro contestato provvedimento che vale solo la notte, sugli orari dei locali, contenuto nel piano del commercio.

“Limitare non risolve – osserva Purchiaroni – e manda in crisi aziende, che per scelte scellerate perdono fatturato. La città a mezzanotte o l’una chiusa chi lo ha deciso e chi lo ha detto che debba andare così, quando ce ne sono tante altre che vivono, h24”.

Il rispetto delle regole e la convivenza civile tra chi vive in centro e chi ha un’attività sarebbe facile da trovare.

“Vanno garantiti i controlli e la presenza sul territorio e non scaricare sulle spalle del cittadino il non riuscire a garantire la sicurezza.

Non è che siccome non si riesce a mantenere certi standard, la soluzione è chiudere prima.

Aumentando la polizia locale di forze e mezzi si riuscirebbe a dare le risposte giuste, non demandando ai locali l’onere di mettere buttafuori, per un compito che spetta al comune”.

Giuseppe Ferlicca


Articoli: “Cinquecento euro di multa al sindaco Giovanni Arena” – Barelli: (Forza Civica): “Un provvedimento inutile, illegittimo e pure dannoso” – Viterbo 2020 – “Centro storico, il sindaco riveda l’ordinanza antibivacco…” – Multe fino a 500 euro a chi mangia, si sdraia o dorme sul suolo pubblico – Decoro e contrasto al degrado urbano, firmata l’ordinanza 


Condividi la notizia:
20 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR