Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il segretario e gli iscritti del circolo Prc/Se Luigi Telli scrive al sindaco Arena in merito all'iniziativa di CasaPound sull'immigrazione

“Caro sindaco Arena, le ricordo che il gruppo a cui concede la sala Regia ha un ‘bel’ curriculum…”

Condividi la notizia:

Luigi Telli

Luigi Telli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Egregio signor Arena, leggendo la sua affermazione di “essere il sindaco di tutti” ci è sfuggito un largo sorriso considerando che la sua nomina a candidato sindaco è stata una delle più travagliate degli ultimi anni.

Se non ricordiamo male la coalizione, che poi l’ha proposta, si indirizzava su altri nomi, ma non avendo trovato convergenze su una delle candidature all’ultimo momento ha scelto lei e se tanto mi dà tanto non è il sindaco nemmeno di tutta la maggioranza.

Vorremmo ricordarle che il gruppo politico a cui lei ha concesso la sala Regia ha un bel curriculum
e le rammentiamo che:

1) Stupro al pub di CasaPound, condannati rispettivamente a tre anni e a due anni e 10 mesi Chiricozzi e Licci.

2) Striscioni di CasaPound in caserma, sono stati tutti condannati i 5 aspiranti inquilini e i 14 attivisti di estrema destra, che nel 2013 furono denunciati a piede libero per avere occupato sette appartamenti delle palazzine adibite ad alloggi, nell’area demaniale di fronte all’ingresso del Centro dell’aviazione dell’esercito sulla Tuscanese.

3) “Fu un pugno futurista”, condannato il leader di CasaPound. Non uno “schiaffo futurista” come sostenuto da Gianluca Iannone, che ha dato una valenza metafisica all’aggressione, ma un pugno vero e proprio, dal quale il “signor Caffeina” è uscito con un occhio nero.

4) Cinque anni e quattro mesi in due. Due anni e otto mesi al presidente di Casapound Cimini Jacopo Polidori, e due anni e otto mesi al militante Luca Santini. Condannati dal gip del tribunale di Viterbo per lesioni e tentata violenza privata, dopo aver picchiato ferocemente un 24enne.

5) “Donna cesso, feticcio sessuale. Prendi più cazzi, compra meno cazzate”. È il ritornello di “Donna cesso” degli Hate For Breakfast, la band di musica “hardcore squadrista” di Alessandro Mereu, l’esponente di spicco di CasaPound a livello provinciale. La canzone nel testo contiene anche la frase “sono sessista e ne vado fiero”.

6) Nell’ultima relazione pubblicata dal Viminale risulta che dal 2011 al 2016 ci sono stati 20 arresti (uno ogni tre mesi) e 359 denunce (circa una ogni 5 giorni) per membri di CasaPound, tra cui molte per violenze. Da allora non sono stati pubblicati altri dati ufficiali, ma tra il 2013 e il 2018 l’ Osservatorio delle nuove destre ha ha recensito 66 aggressioni.

Non le sembra signor Arena che il proclamarsi “sindaco di tutti” sia un’affermazione avventata?

La ringraziamo inoltre per la sua disponibilità signor Arena ma sappia che le saremmo grati se facesse a meno di considerarsi “nostro sindaco”.

Distinti saluti.

Luigi Telli
Segretario e gli iscritti del Circolo Prc/Se Viterbo


Articoli: Ciambella, capogruppo Pd: “Con questo gesto legittima tutto ciò che oggi porta Liliana Segre a vivere come vive”  – Luigi Telli: “Caro sindaco Arena, le ricordo che il gruppo a cui concede la sala Regia ha un ‘bel’ curriculum…” – Arena: “Sono il sindaco di tutti, dell’Arci e di CasaPound” – Anpi: “Intollerabile che spazi pubblici siano occupati da chi nega la libertà” – Patrizia Roselli (Italia Viva) e Angelo Rocchi (Azione Civile): “Il sindaco revochi ai neofascisti il permesso di usare la sala Regia…” – CasaPound: “In sala Regia illustreremo i dati dello Sprar di Vallerano…” – Elisa Bianchini (Usb): “Il comune parla di antiviolenza, poi concede legittimità a un gruppetto di neofascisti” – Serra, Ricci, Frittelli e Delle Monache: “Inopportuno, sbagliato, superficiale e provocatorio concedere la sala Regia per iniziative di partito”– Pd: “La sala regia non può ospitare iniziative di chi mira a dare una visione distorta sull’accoglienza” – Arci : “Il comune revochi la concessione della sala Regia per l’iniziativa di CasaPound” – Aps Kyanos: “Un incontro fuorviante e pericoloso che inasprirà gli animi”


Condividi la notizia:
10 dicembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR