--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - I carabinieri stanno analizzando i filmati della videosorveglianza e stanno verificando la tecnica utilizzata per aprire la cassaforte

Furto con esplosione alla Coop, indagini a 360 gradi

di Michele Mari
Condividi la notizia:

Montefiascone - I carabinieri sul posto

Montefiascone – I carabinieri sul posto in cui è stato messo a segno il furto alla Coop

 

Montefiascone - La Coop in cui è stato messo a segno il furto

Montefiascone – La Coop in cui è stato messo a segno il furto

 

Montefiascone - La Coop in cui è stato messo a segno il furto

Montefiascone – La Coop in cui è stato messo a segno il furto

 

Montefiascone - La Coop in cui è stato messo a segno il furto

Montefiascone – La Coop in cui è stato messo a segno il furto

Montefiascone – Furto con esplosione alla Coop, indagini a 360 gradi.

Nella notte di San Silvestro, allo scoccare della mezzanotte, ora fatidica per festeggiare il nuovo anno, una banda di malviventi è entrata in azione svaligiando il supermercato Coop di via Cardinal Salotti.

I ladri hanno prima sfondato un muro esterno nella parte posteriore della struttura e poi hanno fatto saltare in aria la cassaforte con all’interno, da una prima stima, circa ottomila euro.

A dare l’allarme, intorno alla mezzanotte, alcuni residenti della zona che hanno sentito una forte esplosione in concomitanza dei botti di Capodanno.

Immediato l’intervento dei carabinieri della stazione di Montefiascone insieme ai colleghi dell’aliquota radiomobile della compagnia che hanno effettuato i rilievi scientifici e avviato le indagini.

Indagini a 360 gradi che lasciano aperta qualsiasi pista. I militari del nucleo operativo stanno analizzando i filmati della videosorveglianza, stanno facendo delle verifiche per risalire al numero di malviventi entrati in azione e alla macchina, o più di una, utilizzata per la fuga.

Fuga che potrebbe essere avvenuta sulla Cassia in direzione Bolsena o in direzione Viterbo o sulla vicina Umbro Casentinese in direzione Orvieto.

Al vaglio degli investigatori anche la tecnica utilizzata per far esplodere la cassaforte. Infatti la banda avrebbe utilizzato, per l’esplosione, il metodo della saturazione dell’acetilene.

Esplosione troppo potente che ha sconvolto i piani dei malviventi. Infatti il forte boato prodotto ha allarmato, pochi minuti dopo la mezzanotte, alcuni residenti che hanno chiamato il 112.

Inoltre le indagini a tutto campo stanno verificando eventuali possibili collegamenti con altre azioni simili.

Infatti una di queste, è avvenuta due mesi fa, esattamente il 28 ottobre 2019, ai danni del supermercato Todis di via Cevoli.

Un’azione pianificata nel dettaglio. I ladri neutralizzarono l’allarme e poi sfondarono un muro. Una volta all’interno aprirono la cassaforte portando via oltre diecimila euro derivanti dagli incassi del fine settimana.

Quasi stessa azione il 15 aprile 2017 quando ignoti fecero saltare con un’esplosione la cassaforte dello stesso supermercato, non riuscendo a portare via nulla.

I carabinieri della compagnia di Montefiascone stanno indagando a 360 gradi battendo qualsiasi pista o ipotesi plausibile per poter identificare la banda di malviventi.

Michele Mari 


Articoli: Banda dell’esplosivo, due colpi in due mesi a Montefiascone – Furto con esplosione alla Coop – Furto con scasso al supermercato, bottino da oltre 10mila euro


Condividi la notizia:
4 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR