--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Alvaro Ricci (Pd) ad alzo zero contro la consigliera: "Doveva almeno provare a cercare la condivisione con i componenti della sua stessa compagine" - La capogruppo sempre più isolata nel suo stesso partito

“L’odg di Luisa Ciambella sulla Talete è solo un’esercitazione demagogica…”

Condividi la notizia:

Alvaro Ricci

Alvaro Ricci

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Per impedimento di carattere personale non ho potuto partecipare ai lavori del consiglio comunale straordinario su Talete.

Tengo a precisare che non condivido nel merito e nella forma il documento presentato dalla mia collega Luisa Ciambella della cui esistenza non ne ero a conoscenza.

Credo sia dovere di un capogruppo almeno provare a cercare la condivisione con i componenti della sua stessa compagine. Legittimo avere posizioni differenti tra consiglieri dello stesso partito ma quando si riveste la carica istituzionale di rappresentante del gruppo credo che qualche attenzione in più la si debba avere.

Onde evitare qualsiasi tipo di fraintendimento, tengo a precisare che mi ritrovo pienamente con le posizioni tenute da tutti i sindaci del Pd, del presidente della Provincia e della Regione Lazio.

Va ribadito che nessun ulteriore aumento delle tariffe dell’acqua scatterà senza la concessione del prestito Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) finalizzato ad investimenti e alla riorganizzazione di Talete, compresa anche la situazione debitoria.

Le proposte contenute nell’odg della collega sono soltanto esercitazioni demagogiche che, qualora attuate, porterebbero al fallimento della Talete e al conseguente rischio di dissesto finanziario di molti Comuni, che in qualità di soci, si troverebbero a ripianare i debiti della stessa società e consegnare inevitabilmente la gestione dell’acqua ai privati, con tutto ciò che ne può
conseguire, compreso il rischio del mantenimento dei livelli occupazionali.

Talete, cl è bene ricordare, è al 100 per cento pubblica e quindi di tutti i cittadini ed è proprio nei loro interessi che dobbiamo salvarla.

Concludendo, va sostenuto il lavoro che il presidente Bossola sta facendo, con grande determinazione e competenza, per mettere in sicurezza Talete e soltanto dopo si può iniziare a ragionare sull’applicazione della legge regionale n. 5 del 2014 che individua nei consorzi tra comuni i soggetti per la gestione dell’acqua pubblica.

Alvaro Ricci
Consigliere Pd comune di Viterbo


Articoli:  Ciambella: “Non faccio esercizi di demagogia, sostengo una posizione difficile e non tutti hanno il coraggio di farlo” – Ciambella: “Care amiche, vi consiglio di ascoltare ciò che ho realmente detto su Talete” “Su Talete la posizione di Ciambella è strumentale e inadeguata” – “La Talete va chiusa e la gestione del servizio idrico ridiscussa”


Condividi la notizia:
17 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR