--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Iniziata alle 15

Neonata morta, in corso l’autopsia

Condividi la notizia:

L'ospedale di Tarquinia

L'ospedale di Tarquinia

L'avvocato Paolo Delle Monache

L'avvocato Paolo Delle Monache

L'avvocato Claudia Polacchi

L'avvocato Claudia Polacchi

E’ in corso l’autopsia sul corpicino di Viola, la neonata morta poche ore dopo essere venuta alla luce.

Alle 15, la dottoressa Maria Rosaria Aromatario ha dato inizio all’esame autoptico sulla salma della piccola, all’Istituto di medicina legale dell’Università La Sapienza.

L’accertamento, disposto dal pm Lorenzo Del Giudice, della procura di Civitavecchia, servirà a far luce sulle cause del decesso, avvenuto alle 5,30 di sabato mattina all’ospedale di Tarquinia.

La mamma della bimba, una 41enne di Vetralla, vi era giunta alle 22,30 di venerdì sera, accompagnata dalla suocera e in preda alle doglie.

Viola, però, faticava a uscire. Al capezzale della signora sono arrivati un anestesista e un ginecologo. La bambina è nata dopo un’incisione e con l’aiuto di una ventosa. La madre ha potuto stringerla solo per qualche minuto, prima di accorgersi che non piangeva. I medici pensavano avesse ingerito liquido amniotico. Ma né l’ossigeno né le punture di adrenalina sono servite a rianimarla.

Viola è morta all’alba di sabato mattina, tra la disperazione dei suoi genitori, che si sono rivolti agli avvocati Paolo Delle Monache e Claudia Polacchi per inviare un esposto alla procura di Civitavecchia.

La Asl, intanto, ha avviato un’indagine interna. La direzione generale ha chiesto al direttore del reparto di Ostetricia dell’ospedale tarquiniese di stendere una relazione sulle possibili cause del decesso, sulle quali, comunque, potrà far luce solo l’autopsia che si sta svolgendo in queste ore.

La dottoressa Aromatario ha tempo due mesi per depositare la perizia con i risultati.

 

 

 


Condividi la notizia:
5 luglio, 2012

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR