--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Operazione "Anubi" dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale

Corruzione, arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle

Condividi la notizia:

Operazione Anubi - arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle - Il passaggio di denaro

Operazione Anubi – Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle – Il passaggio di denaro

Operazione Anubi - arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle - Il passaggio di denaro

Operazione Anubi – Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle – Il passaggio di denaro

Operazione Anubi - arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle - Il passaggio di denaro

Operazione Anubi – Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle – Il passaggio di denaro

Operazione Anubi - arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle - Il passaggio di denaro

Operazione Anubi – Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle – Il passaggio di denaro

Operazione Anubi - arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle - Il passaggio di denaro

Operazione Anubi – Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle – Il passaggio di denaro

L'ospedale di Belcolle

L’ospedale di Belcolle

L'ospedale di Belcolle

L’ospedale di Belcolle

Viterbo –  Arrestati tre necrofori della camera mortuaria di Belcolle (fotocronaca – Il passaggio di denaro – video: Il pagamento delle tangenti – La Pm Conti:”Dieci agenzie funebri coinvolte”).

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Viterbo hanno proceduto questa notte all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei tre addetti alla camera mortuaria dell’ospedale di Belcolle. L’accusa per i tre è di concorso nel reato di corruzione continuata.

L’attività investigativa, condotta anche tramite intercettazioni telefoniche e ambientali, ha consentito di raccogliere nei confronti dei tre, incaricati di pubblico servizio con la qualifica di necrofori presso la camera mortuaria dell’ospedale, gravi indizi di colpevolezza in ordine a ripetuti episodi di corruzione.

La corruzione sarebbe consistita nell’accettazione di somme di denaro elargite da titolari e addetti di agenzie funebri compiacenti in cambio dell’intermediazione con i famigliari dei deceduti nell’ospedale. Il tutto per ottenere l’affidamento del servizio funebre o in cambio di atti o servizi non dovuti e contrari ai propri doveri d’ufficio, in violazione degli obblighi di fedeltà ed imparzialità verso l’amministrazione pubblica di appartenenza.

L’attività investigativa, iniziata nel mese di settembre 2013 e coordinata dalla pm Paola Conti della procura della Repubblica di Viterbo, avrebbe consentito di fare luce su una consolidata prassi di “corruzione ambientale”. Le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei tre addetti alla camera mortuaria dell’ospedale di Belcolle sono stati emessi dal Gip Rigato.


Condividi la notizia:
9 maggio, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR