Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Filmato mentre fa sesso e ricattato - Depone in aula l'imprenditore vittima di una banda "a luci rosse"

“Lei si è fatta trovare nuda”

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale

Soriano nel Cimino – (sil.co.) – Lo filmano mentre fa sesso con una ventenne e lo ricattano: “Se non vuoi che tua moglie sappia cosa fai, dacci quindicimila euro”.

Ieri l’imprenditore di Soriano nel Cimino vittima del ricatto a luci rosse ha testimoniato contro i componenti della banda di sei persone ancora sotto processo per tentata estorsione davanti al giudice Silvia Mattei, dopo la condanna a quattro anni con lo sconto di un terzo della pena dell’abbreviato davanti al gup di due di loro.

Si tratta di un commerciante settantenne che nell’estate del 2009, dopo avere venduto una vettura a una ventenne romena, si recò, su sua richiesta, a casa della ragazza per portarle alcuni documenti.

Il ricatto sarebbe stato frutto di un piano premeditato. 

“Quando sono entrato lei era completamente nuda”, ha detto l’uomo, che non avrebbe resistito alla tentazione. Gli è costato caro. Nell’abitazione ci sarebbe stato un complice che lo ha ripreso con una telecamera, dopo di che gli uomini della banda lo avrebbero minacciato di rivelare tutto alla moglie, se non avesse pagato. 

Due le donne coinvolte. Lola e Lili, come si chiamavano tra loro al telefono, usando dei vezzeggiativi, intercettate dai carabinieri del maresciallo Paolo Lonero, comandante della stazione di Soriano nel Cimino. 

“Il vecchio che fine ha fatto?”, avrebbero detto della vittima, parlando tra loro, una in Italia e l’altra in vacanza in Romania. Per l’accusa non c’è dubbio che parlassero dell’imprenditore, che proprio in quei giorni veniva pressato dai complici perché si decidesse a pagare. Invece li ha denunciati.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati Fabrizio Ballarini, Franco Taurchini e Luigi Mancini. La parte offesa non si costituita parte civile. Il processo riprenderà il primo febbraio.


Articoli: “Se non vuoi che tua moglie sappia che vai con una ventenne, dacci 15mila euro” – Ripreso mentre fa sesso e ricattato, due condanne a 4 anni – Lo filmano mentre fa sesso con una ventenne e lo ricattano – Ripreso mentre fa sesso con una 20enne e ricattato

 

11 ottobre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK