--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Sotto sequestro la casa

Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio

Condividi la notizia:

Maria Sestina Arcuri

Maria Sestina Arcuri

Andrea Landolfi

Andrea Landolfi

Ronciglione – Ragazza precipitata dalle scale, la procura di Viterbo ha aperto un fascicolo per omicidio volontario. Il pm Franco Pacifici ha iscritto nel registro degli indagati Andrea Landolfi Cudia, fidanzato della vittima. 

Romano, 30 anni il prossimo 12 luglio, Landolfi Cudia è a piede libero. Quello del pubblico ministero è, infatti, un atto dovuto. Gli inquirenti non escludono ancora nessuna pista, tra cui quella dell’incidente domestico.

La vittima è la 25enne Maria Sestina Arcuri, morta all’ospedale di Belcolle dopo essere precipitata dalle scale dell’abitazione della nonna del fidanzato. A Ronciglione. L’appartamento è ora sotto sequestro, in attesa del sopralluogo dei Ris.

Stando a una prima ricostruzione dei carabinieri, sembrerebbe che la giovane sia caduta dalle scale la notte tra domenica e lunedì. La sera l’avrebbe trascorsa con il fidanzato in un pub. Messasi a letto avrebbe passato una notte d’inferno, tra dolori e giramenti di testa. Ma all’alba di lunedì le sue condizioni si sarebbero aggravate, tanto da rendere necessario l’intervento dell’ambulanza. A chiamare il 118 sarebbe stato il fidanzato. All’ospedale di Belcolle Maria Sestina è stata sottoposta a un lungo e delicato intervento chirurgico alla testa. Ma nonostante i medici abbiano fatto di tutto per salvarle la vita, la 25enne è morta martedì dopo ore di agonia.

Sulla tragedia stanno indagando i carabinieri della compagnia di Ronciglione, coordinati dalla procura di Viterbo. Il pm Franco Pacifici ha disposto l’autopsia sul corpo della giovane, eseguita nelle scorse ore all’obitorio del cimitero San Lazzaro di Viterbo. Per l’esito bisognerà attendere almeno due mesi. I militari dell’Arma hanno invece sentito il fidanzato della 25enne, anche lui finito in ospedale perché ferito ma subito dimesso.

Nata a Nocara, nemmeno 400 anime in provincia di Cosenza, Maria Sestina si trasferisce giovanissima a Taranto e poi a Roma per inseguire il suo sogno: quello di diventare parrucchiera. Talentuosa, stava lavorando in un salone di bellezza della capitale. A Ronciglione si sarebbe recata con il fidanzato per trascorrere il weekend a casa della nonna di lui. Poi il dramma.

La notizia dell’improvvisa e prematura morte della giovane si è subito diffusa nel suo piccolo paese natale, dove era molto conosciuta e ben voluta. I suoi compaesani la ricordano come una ragazza solare e spigliata.

Nelle scorse ore a Viterbo sono arrivati alcuni parenti della 25enne, i cui funerali si terranno domenica mattina nella chiesa di san Nicola di Bari a Nocara. Tutto il paese di fermerà e si stringerà attorno al dolore dilaniante della famiglia. Il sindaco, in segno di cordoglio, ha proclamato il lutto cittadino.


Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
9 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR