--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Davanti al tribunale di Roma il 68enne di Onano, Carlo Neri - L'imputato chiederà l'acquisizione di alcune lettere

Al via il processo allo stalker della Ferilli, oggi si saprà se l’attrice si costituisce parte civile

di Silvana Cortignani
Condividi la notizia:

Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli

Gli avvocati Samuele De Santis ed Enrico Valentini

Gli avvocati Samuele De Santis ed Enrico Valentini

Roma – Al via il processo a Carlo Neri, il 68enne di Onano accusato di stalking da Sabrina Ferlli. L’imputato sarà presente in aula, al Palazzaccio di Roma. L’attrice non si sa. 

In almeno due occasioni, Neri sarebbe arrivato a presentarsi al cospetto della Ferilli indossando una tuta celeste, con una spada giocattolo in mano, dicendole di essere “stato mandato dai marziani che gli avevano ordinato per la sopravvivenza della razza di unirsi sessualmente a lei”.

Si saprà oggi se l’attrice romana 55enne ha intenzione di costituirsi parte civile contro il più accanito dei suoi fan, un autore teatrale che l’avrebbe perseguitata per cinque lunghi anni fino alla denuncia sporta lo scorso mese di gennaio, cui ha fatto seguito il divieto di avvicinamento dell’uomo non solo alla vittima, ma anche dai suoi familiari e al suo staff. 

“Mi segue sempre – ha raccontato l’attrice agli iqnuirenti – ormai lo trovo sotto casa, mi perseguita con lettere e regali. C’è sempre, me lo trovo davanti in continuazione. Mi aspetta sotto casa, compare quando prendo l’auto o passeggio”. 

Questa mattina davanti al giudice Salvatore Iiulia, della quarta sezione penale del tribunale di piazzale Clodio, l’udienza di ammissione delle prove.

“Il nostro assistito sarà presente in aula, anche perché intende produrre delle lettere, che chiederà siano acquisite nel fascicolo del processo”, anticipava ieri l’avvocato Enrico Valentini, che difende Neri assieme al collega Samuele De Santis. 

Nel frattempo Neri ha già chiesto perdono davanti ai magistrati all’attrice 54enne, impegnandosi a non infastidirla più. “Una persona gentile, buona e mite”, secondo Valentini e De Santis. “Neri voleva soltanto che la Ferilli si interessasse alle sue pièce, ai suoi lavori teatrali, ma lei rimandava l’esame dei copioni. Non è ossessionato dall’attrice, semmai ne è un sincero ed entusiasta ammiratore”, ribadiscono.

Solo all’inizio del 2019 la Ferilli ha rivelato di essere da tempo vittima di uno stalker. Avrebbe ricevuto lettere dal contenuto insolito, notato appostamenti sotto la propria dimora e si sarebbe sentita spesso osservata e fotografata di nascosto. Per molti anni avrebbe sopportato le continue attenzioni da parte del 68enne, ritenendo che il suo atteggiamento fosse tipico di un fan più devoto degli altri, ma, negli ultimi mesi del 2018, la sua presenza nella vita dell’attrice sarebbe divenuta ancora più invadente e pericolosa, tanto da costringerla a sporgere denuncia.

Dopo Natale la decisione di chiedere aiuto, quando, interpretando un pubblico ministero che si occupa del caso delle baby squillo, ha avuto modo di parlare col procuratore aggiunto Maria Monteleone, cui ha spiegato come la sua vita si fosse trasformata in un incubo e come temesse per la propria incolumità e per quella della sua famiglia. Il comportamento dello stalker è stato valutato dai magistrati come altamente pericoloso, motivo per cui si sono adoperati subito perché la Ferilli potesse ottenere un ordine restrittivo.

Il 68enne di Onano è sottoposto dal 21 febbraio alla misura cautelare del divieto di avvicinamento nel raggio di 500 metri alla nota attrice, ai familiari e anche ai suoi collaboratori. Il sostituto procuratore Francesca Cento, titolare dell’inchiesta, forte delle prove raccolte ha presentato martedì 19 marzo richiesta di giudizio immediato al gip Alessandro Arturi del tribunale di Roma che due giorni dopo, il 21 marzo, l’ha accolta, fissando per oggi l’avvio del procedimento, che si terrà davanti al giudice monocratico per il reato previsto dall’articolo 612 bis del codice penale.

Silvana Cortignani


Articoli: Perseguita Sabrina Ferilli, processo lampo per stalking al 68enne di Onano – “Mi scuso con Sabrina Ferilli e le chiedo perdono”  –  Vestito da supereroe diceva a Sabrina Ferilli: “Dobbiamo fare sesso per la razza” – E’ un vedovo 68enne dell’Alta Tuscia lo stalker di Sabrina Ferilli


Condividi la notizia:
21 maggio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR