Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Sono il pregiudicato 56enne e l'ex penitenziario di 39 anni arrestati il 9 gennaio dalla polizia

Estorsione e usura, oggi davanti al gip Salvatore Bramucci e Angelo Fortuna

Condividi la notizia:

Nel riquadro Salvatore Bramucci

Nel riquadro Salvatore Bramucci nella foto scattata all’arresto del 2007

Viterbo – (sil.co.) – Rolex e migliaia di euro in contanti nascosti a casa del presunto strozzino, oggi gli interrogatori di garanzia del pregiudicato 56enne e dell’ex penitenziario 39enne arrestati all’alba del 9 gennaio dalla polizia.

Questa mattina Salvatore Bramucci e Angelo Fortuna compariranno davanti al giudice per le indagini preliminari Francesco Rigato che ha convocato entrambi in tribunale, dove saranno sentiti alla presenza di un avvocato e potranno fornire la propria versione durante l’interrogatorio, rilasciare spontanee dichiarazioni oppure avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del magistrato. 

Il “tesoretto” è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro durante la perquisizione di giovedì nell’abitazione di Soriano nel Cimino di Bramucci, per il quale il gip ha disposto la misura cautelare degli arresti in carcere, non applicati in quanto l’indagato era già ricoverato presso l’ospedale di Belcolle. In tribunale è atteso per le ore 10,30, scortato dalla polizia. Nel 2007 era già stato arrestato per usura e tentata estorsione nell’ambito dell’operazione Bobcat.

Ha invece trascorso la sua terza notte agli arresti domiciliari il presunto complice Fortuna. Fino a poco tempo fa apparteneva al corpo di polizia penitenziaria, da cui sarebbe stato di recente destituito a causa dell’incredibile numero di assenze ingiustificate accumulate negli ultimi due anni. 

I due sono accusati di estorsione e usura continuate e aggravate in concorso. il 56enne anche di esercizio abusivo del credito e Fortuna di detenzione ai fini di spaccio di hashsih.


Articoli: Estorsione e usura, oggi davanti al gip Salvatore Bramucci e Angelo Fortuna – Pistola in pugno spaventavano le vittime – Estorsione e usura, in manette un pregiudicato e un ex agente della penitenziaria – “Gli arrestati incutevano estremo timore nelle vittime, particolare è la loro attitudine criminale”  – Estorsione, due arrestati all’alba


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
13 gennaio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR