--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Oggi la decisione alla prova dei fatti - Peparello (Confesercenti) "Decisione improvvisata"

Mercato al Carmine, tutti scontenti o quasi…

Condividi la notizia:

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Viterbo - Mercato del sabato al Sacrario

Viterbo – Mercato del sabato al Sacrario

Viterbo – Mercato del sabato, il banco salta. Spostamento dal Sacrario al Carmine – Salamaro, tutti scontenti o quasi.

Agli ambulanti, portare i banchi fuori le mura non piace e oggi il debutto segna la conta degli scontenti, se non degli assenti. I commercianti, in larga parte dicono no alla nuova collocazione, diversi minacciando di non partecipare o addirittura fare ricorso contro la decisione.

Non idonea la zona, così hanno più volte ripetuto all’amministrazione comunale. Un muro contro muro tra palazzo dei Priori e ambulanti, che oggi a mezzogiorno dovrebbero essere ricevuti in comune.

“Il mercato settimanale è sottoposto a legislazione precisa – spiega Vincenzo Peparello (Confesercenti) – qui si fa molta confusione, è cosa diversa da quelli specializzati, artigianali o d’antiquariato che ben vengano, si possono mettere in piedi. Gli spostamenti, anche di due banchi devono avere motivazioni precise. Non dimentichiamo che oltre al disagio che deriva dallo spostamento, parliamo di 70-80 famiglie che ci vivono. Possono vedere calare gli incassi”.

L’unica certezza per oggi è è che dopo tanti anni il parcheggio a pagamento al Sacrario per la prima volta resta libero, a disposizione di chi vuole venire in centro, dalla mattina. “Certo – continua Peparello – si libera l’area di sosta al Sacrario, a pagamento. Mentre sotto c’è valle Faul che è tutto gratuito. Quando si prendono queste decisioni vanno valutate viabilità e trasporti e l’area del Carmine deve essere in sicurezza. Lì c’è l’unica scuola aperta il sabato, una decisione improvvisata”.

Una dislocazione giocata d’anticipo. Le licenze dei commercianti sono in scadenza a fine anno. Per allora una rivisitazione con relativo spostamento era scontata. Seppure non in questi termini e luoghi.

Con Arena assessore e Marini sindaco, si è cominciato a parlare di Valle Faul come destinazione, ma prima andava riqualificata la zona e aperti gli ascensori. Ormai sono in funzione da anni.

Alvaro Ricci, assessore in epoca Michelini, aveva portato avanti la pratica, ma quando Arena da assessore è diventato sindaco, si è scoperto che valle Faul non andava più bene. Nonostante la zona fosse stata studiata a fondo e attrezzata.

Riparte il carosello delle opzioni. Scartate una ad una. Piazza della Rocca, via Marconi e poi via Garbini, fortemente voluta, quest’ultima, da Fratelli d’Italia in particolare. Niente da fare.

Ma il partito del capogruppo Bianchini ha trovato ugualmente soddisfacente come soluzione, l’alternativa Carmine. In attesa, con le nuove regole, di riportare i banchi in centro. Tempi e modi da stabilire. Chissà quando.

Intanto, le associazioni di categoria continuano a raccogliere le firme per far rimanere il mercato del sabato al Sacrario. Superata quota 1200, presto saranno consegnate al sindaco Arena e all’assessora Mancini. Forse anche oggi. Se oltre al banco, nel frattempo non saranno saltati anche i nervi.


Articoli: Un ambulante: “Mercato via dal Sacrario, altro che vittoria: è una vergogna!” – “Spostamento del mercato senza riassegnazione dei posti” – L’assessora Mancini (Sviluppo economico): “Parcheggio Sacrario dal 15 febbraio libero anche il sabato mattina” – No al mercato al Carmine, ambulanti pronti a scioperare – “Il divieto è per oggi ma il mercato non ci dovrebbe essere di sabato?” – “Il Sacrario è più facile da raggiungere e col mercato il sabato c’è un po’ di vita”


Condividi la notizia:
15 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR