Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Il giornale di mezzanotte - Viterbo - Le foto della mostra At home non se ne andranno più dalla memoria - FOTO E VIDEO

Le immagini di Daniele Camilli ci dicono quanto accadeva quando stavamo tutti a casa

di Paolo Manganiello
Condividi la notizia:


Viterbo – Chiusi. Ad occhi aperti. Che belle quelle foto per strada. Così semplici da fruire e da godere, così difficili da pensare.

Alcune strade della città, da qualche giorno, custodiscono e offrono una esposizione di fotografie dal titolo “At home”, di Daniele Camilli, un amico acuto e silenzioso. Non c’è bisogno di andarla a visitare. È la mostra stessa che ci guarda. Osserva i passanti, le auto, i motorini.


Viterbo - L'esposizione fotografica At Home

Viterbo – L’esposizione fotografica At Home


Le foto si affacciano da enormi finestre lungo le strade principali di Viterbo. Là dove di solito campeggiano manifesti pubblicitari colorati, ridondanti e spesso volgarotti, adesso ci sono immagini essenziali, ritratti e chiaro-scuri che testimoniano ruvidi quanto “non” stava succedendo tra le vie e le strade della nostra città, durante la chiusura forzata causa pandemia.



Testimonianza di un (appena) passato che già non si vuol ricordare. Scrittura, quella di Daniele, con la luce rarefatta di un tempo sospeso che ancora non sembra del tutto trascorso. Gigantografie affisse su supporti enormi, che di solito alterano le vie cittadine con immagini “mordi e fuggi” che devono durare lassi di tempo brevissimi, ma che stavolta si sublimano, ospitando immagini che non se ne andranno più dalla memoria di ognuno e che anzi ne diventeranno paradigma.


Paolo Manganiello

Il registra di teatro e attore Paolo Manganiello


Gli sguardi dei ritratti sono di soliti ignoti che però diventano attori del vivere quotidiano: chiusi, alla finestra, per strada, sulla porta di casa, dietro un telo bianchissimo. Sedendo e mirando il lavoro di Camilli, risuona forte l’infinito silenzio dei giorni di “lockdown”. L’inazione tensiva di quegli sguardi o di quei gesti, appena accennati, ci riportano immediatamente a casa (At home), a quei giorni. Parafrasando Wenders il mondo si presentava a colori al tranquillo fotografo, ma la realtà era un’altra: la realtà era in bianco e nero.


Viterbo - L'esposizione fotografica At Home

Viterbo – L’esposizione fotografica At Home


Le stradine e le arterie pulsanti della città nascondevano suoni, parole, rituali, nonché istanti di vita/non vissuta che Daniele ha raccolto e rubato più per sé – mi viene da pensare – che per noi. E poi il “bisogno” di condividere tutto questo. Senza parole, senza scritte o spiegazioni: solo chiaro-scuro, solo pieno-vuoto. Volti in primo piano e ritratti, o oggetti, su sfondi indefiniti: sospesi nell’oblio.


Viterbo - L'esposizione fotografica At Home

Viterbo – L’esposizione fotografica At Home


“A Viterbo non succede mai niente…”, stavolta quel “niente” coatto ha avuto un testimone oculare che con la sua fotocamera del mestiere sempre in borsa, ha riportato tutto a nuova luce, per strada, proprio dove le immagini sono state raccolte. 


Viterbo - L'esposizione fotografica At Home

Viterbo – L’esposizione fotografica At Home


Quelle immagini hanno catturato l’autore, si sono offerte al suo occhio e al suo cuore. Nello stesso modo, ma con un’idea tutto sommato originale per Viterbo, Daniele le ha regalate a noi, porgendo bellezza e suggestione, a chi ha la sensibilità di coglierle naturalmente. Grazie. Nient’altro.

Paolo Manganiello


Multimedia: Fotogallery: At Home – L’allestimento dell’esposizione – Video: 17 scatti per raccontare il Covid

Articoli: Camilli irrompe sulla scena come mai nessuno ha fatto prima di Davide Ghaleb – Una fetta di realtà raccontata senza patinatura… di Alfonso Antoniozzi  – Uno sguardo che va oltre il quotidiano, oltre la Viterbo conosciuta… di Giovanni Arena –  Camilli ricorda l’impressionismo, la denuncia, l’impegno “politico” di un Cartier – Bresson  di Francesco Mattioli – Camilli racconta la bellezza degli ultimi… di Antonello Ricci – 17 fotografie di 6 e 12 metri in tutta la città per raccontare il Covid a Viterbo“La vita è come una affacciata di finestra un mattino splendido di sole…”


Condividi la notizia:
19 luglio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR