Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - È stato direttore generale dell'Ater e assessore provinciale - Aveva 81 anni

È morto Ugo Gigli

Condividi la notizia:


Ugo Gigli

Ugo Gigli

Viterbo – È morto Ugo Gigli. 

L’ex direttore generale dell’Istituto case popolari di Viterbo si è spento nelle prime ore del mattino, nella sua abitazione. 

Aveva 81 anni. Dieci giorni fa era stato ricoverato per problemi di salute. Da tempo soffriva di disturbi cardiaci e, nell’ultimo periodo, c’erano state alcune complicazioni. 

Dall’ospedale era voluto tornare a casa. 

Ugo Gigli era il fratello di Rodolfo, esponente della Democrazia cristiana, ex presidente della regione, sindaco di Viterbo e deputato, meglio conosciuto in città come Nando. 

Una famiglia da sempre molto nota e in vista, per il ruolo politico di Nando e l’incarico di Ugo all’Ater. È stato alla direzione generale dell’ente per quarant’anni, fino al 2015. Nei primi anni Duemila era stato assessore provinciale al Bilancio.

All’epoca si era candidato con una lista che sosteneva Alessandro Mazzoli alla presidenza di palazzo Gentili, contro lo sfidante Francesco Battistoni per il centrodestra. Una decisione che fece scalpore, vista la vicinanza di Gigli da sempre alla Democrazia cristiana. 

“Perdiamo un amico e un bravo amministratore – ha detto Alessandro Romoli, vicepresidente della provincia di Viterbo e sindaco di Bassano in Teverina, legato da un’amicizia di vecchia data a Ugo Gigli e al fratello Nando -. Ugo ha sempre dimostrato interesse verso le persone bisognose. Il carattere franco che l’ha sempre contraddistinto era temperato da questa sua sensibilità e attenzione nei confronti di chi era in difficoltà”. 

I funerali martedì 2 marzo alle 10 al santuario della Quercia. 


Articoli: Mazzoli: “Ho apprezzato in lui una straordinaria capacità di lavoro…” – Italia Viva Viterbo: “Era vicino ai problemi dei cittadini” – Arena, sindaco di Viterbo: “Entusiasta, sensibile, generoso e sempre pronto a nuovi progetti” – Nocchi, presidente della provincia: “Ha saputo distinguersi per l’impegno profuso e il contributo alla collettività” – Battistoni, sottosegretario all’Agricoltura: “Ci lascia un amico dal grande spessore umano…” – Romoli, vicepresidente della provincia: “Si è sempre prodigato per chi viveva in condizioni difficili”


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR