Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cade dalle scale e muore - A Ronciglione nessuno conosceva Maria Sestina Arcuri e il fidanzato - In tantissimi ai funerali della 25enne - Il sindaco di Nocara: "Era una ragazza amata da tutti, sono profondamente addolorato"

I vicini: “Quella notte non abbiamo sentito niente”

Condividi la notizia:

Maria Sestina Arcuri

Maria Sestina Arcuri

Andrea Landolfi

Andrea Landolfi

Nocara - I funerali di Maria Sestina Arcuri

Nocara – I funerali di Maria Sestina Arcuri

Ronciglione – A Ronciglione nessuno conosceva Maria Sestina Arcuri, il fidanzato Andrea Landolfi Cudia e la nonna di lui. Nemmeno chi vicino alla casa della tragedia, nel cuore del paese, ci vive da anni. “Fino a sabato pomeriggio – dice una signora a Tusciaweb – non avevo fatto caso neppure al fatto che l’abitazione fosse sotto sequestro, perché è sempre chiusa”.

La casa sarebbe della nonna di Landolfi Cudia, una 80enne residente a Ronciglione ma che in realtà vive a Roma. E a Roma vive anche il 30enne, in un’appartamento che da poco condivideva con Maria Sestina. Lei, nata a Nocara (Cosenza) 25 anni fa, si era trasferita giovanissima prima a Taranto e poi nella Capitale. Una vita semplice e il sogno di diventare parrucchiera, professione che stava esercitando in un salone del centro. Lui ha invece perso il lavoro da poco, ma è sfegatato di boxe. Una passione ereditata dal nonno. Ha un matrimonio alle spalle e un bambino di cinque anni. La relazione con Maria Sestina sarebbe iniziata a novembre. E lei era innamoratissima, al tal punto da far conoscere subito quel ragazzo ad amici e parenti. Quindi, le vacanze di Natale trascorse a Nocara.

Oggi Landolfi Cudia è indagato per omicidio, dopo la morte della fidanzata. Stando al racconto fatto ai carabinieri, la 25enne sarebbe caduta dalle scale della casa della nonna a Ronciglione, dove stavano trascorrendo il primo fine settimana di febbraio. Ma gli inquirenti vogliono vederci chiaro e, oltre a disporre una serie di accertamenti tecnici, tra cui l’autopsia sul corpo della ragazza e il sopralluogo dei Ris, stanno ascoltando decine di persone: la nonna del 30enne, che era in casa al momento del dramma, amici, conoscenti e familiari della coppia, per capire come procedeva il loro rapporto, e chi vive vicino all’abitazione della tragedia. Questi ultimi, nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 febbraio, avrebbero potuto avvertire dei rumori sospetti o le urla di una discussione. Magari quella scenata di gelosia che Landolfi Cudia avrebbe iniziato nel pub dove aveva trascorso la serata con Maria Sestina. “Non ho sentito niente – afferma una vicina a Tusciaweb -, nemmeno questo ipotetico litigio. Questi ragazzi non li conoscevo, come non conoscevo la nonna di lui”.

Ieri mattina, a Nocara, i funerali di Maria Sestina. E in tantissimi si sono stretti intorno al dolore lancinante di mamma Caterina, di papà Nicola e dei fratelli Domenico e William. Giovedì sera, dopo l’autopsia sul corpo della 25enne, tutti e quattro hanno preso la decisione più nobile che un essere umano possa prendere. Un gesto colmo d’amore. Donare gli organi di Maria Sestina e dare una speranza di vita a chi una speranza di vita non ce l’ha quasi più.

L’addio nella parrocchia di san Nicola di Bari, che svetta tra i tetti di quel comune di nemmeno quattrocento anime arroccato tra i monti dell’Alto Ionio Cosentino. Le persone erano talmente tante che nemmeno la piazzetta che ospita la chiesa è riuscita a contenerle. Ieri a Nocara era lutto cittadino. Il sindaco Francesco Trebisacce ha ricordato Maria Sestina come una giovane “apprezzata e amata da tutti” e si è detto “profondamente commosso e addolorato per questa morte così prematura e improvvisa” e a nome di tutta la comunità ha manifestato “cordoglio, dolore e vicinanza alla famiglia Arcuri colpita da questo grave lutto”.


Articoli: Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale – Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio – Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
11 febbraio, 2019

Cade dalle scale e muore ... Gli articoli

  1. "Landolfi in carcere? Non ci sono elementi"
  2. La procura: "Il fidanzato ha ucciso Maria Sestina Arcuri"
  3. Ragazza caduta dalle scale, chiesto l'arresto per omicidio del fidanzato
  4. "Maria Sestina Arcuri volata giù dal pianerottolo delle scale"
  5. "Non incolpo nessuno, voglio sapere cosa è successo a mia sorella"
  6. "Tu con una figlia morta e io con un figlio in galera"
  7. "Sestina non è stata picchiata, ma potrebbe essere stata spinta"
  8. Giallo di Ronciglione, Landolfi indagato anche per omissione di soccorso
  9. "La famiglia Arcuri è distrutta, vuole verità"
  10. "Ho visto Sestina battere la testa, ma non si era fatta nulla..."
  11. "Sestina era il mio amore"
  12. "Andrea caduto dalle scale anche con la ex, ma lui non si fa mai male"
  13. "Ho finito le lacrime, ma ho tanta rabbia"
  14. La ex di Andrea Landolfi: "Mi ha picchiata, tirato i capelli e riempita di morsi"
  15. Cade dalle scale e muore, i Ris per altre cinque ore nella casa della tragedia
  16. "Andrea è ancora in condizioni di affanno psicologico"
  17. "Mio figlio era innamorato, la voleva sposare e avere un bambino da lei"
  18. I Ris tornano nella casa della tragedia, la nonna di Landolfi testimone oculare
  19. "Quei 17 gradini verso la mansarda dove Sestina è caduta..."
  20. "Mia sorella caduta dalle scale? Non ci credo"
  21. “Sestina era irriconoscibile aveva testa e un occhio gonfi"
  22. I Ris per sei ore nella casa della tragedia, sequestrata l'auto della coppia
  23. "Hanno discusso, e lei non era serena..."
  24. Femminicidio o incidente? Fondamentali Ris e autopsia
  25. Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale
  26. Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio
  27. Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR