Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni amministrative 2020 - Fratelli d'Italia al 23,49, Lega 13,69% - Non convince la proposta del Pd - Rifondazione raddoppia i voti - Blera e Bomarzo al centrosinistra

Giampieri vince al primo turno e FdI diventa primo partito

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Civita Castellana - Luca Giampieri sindaco - La festa in piazza

Civita Castellana – Luca Giampieri sindaco – La festa in piazza

Civita Castellana - Luca Giampieri sindaco - Brindisi con Massimo Giampieri, Umberto Fusco e Mauro Rotelli

Civita Castellana – Luca Giampieri sindaco – Brindisi con Massimo Giampieri, Umberto Fusco e Mauro Rotelli

Civita Castellana - Luca Giampieri sindaco - La festa in piazza

Civita Castellana – Luca Giampieri sindaco – La festa in piazza

Civita Castellana - Luca Giampieri con Massimo Giampieri

Civita Castellana – Luca Giampieri con Massimo Giampieri

Viterbo – È Luca Giampieri il nuovo sindaco di Civita Castellana con il 50,62% (3.912 voti). Il centrodestra passa al primo turno, non era mai successo nel centro civitonico.

Una vittoria sudata. Quando mancava una sola sezione, la 4, l’esponente FdI era al 49,86%. A un passo dalla metà più uno dei voti.

È stato necessario contare una seconda volta le schede per decretare il risultato finale che porta di nuovo il centrodestra in comune, dopo il ritorno anticipato alle urne. Seppure con uno scenario politico diverso.

Fratelli d’Italia raddoppia i consensi, passa dal 10,77% del 2019 al 23,49%, diventando il primo partito.

Si ridimensiona la Lega. Aveva ottenuto il 32,55%, stavolta si deve accontentare di un 13,96% che ne fa la terza forza cittadina. “Siamo ripartiti – spiega Umberto Fusco, senatore della Lega, ieri sera a festeggiare insieme a Mauro Rotelli (FdI) a Civita – con un gruppo di giovani, dopo le difficoltà e sono molto soddisfatto”.

A sostegno di Giampieri, il centrodestra al completo, con Forza Italia, la scorsa volta in corsa solitaria, che ottiene l’8,89%, quindi la lista civica SiAmo Civita con il 3,68%.

In consiglio comunale, la maggioranza è composta da cinque esponenti di Fratelli d’Italia, si tratta di Simona Coletta, Carlo Angeletti, Marco Rossi, Massimiliano Carrisi, Angela Consoli.

Tre appartengono alla Lega, il capogruppo uscente Matteo Massaini, Giulia Pieri, Andrea Sebastiani.

Forza Italia riporta in consiglio comunale, stavolta in maggioranza, Claudio Parroccini, insieme a Silvia La Bella.

All’opposizione, il gruppo del Partito democratico è formato da tre esponenti, Domenico Cancilla Midossi, Simone Brunelli, NicolettaTomei. 

Due per Rifondazione comunista, si tratta di Yuri Cavalieri e Maurizio Romani e un esponente per il Movimento 5 Stelle, Maurizio Selli.

Il centrodestra torna al governo della città. Non ce l’hanno fatta gli avversari ad approfittare di una coalizione in difficoltà per la caduta dell’amministrazione Caprioli, ad appena un anno dal voto e che ha continuato nelle difficoltà pure in fase elettorale, salvo poi trovare un’intesa.

Tra gli avversari, Domenico Cancilla Midossi, si è fermato al 20,99%. Il candidato Pd non è riuscito ad andare oltre e lo stesso partito, pur guadagnando rispetto alla scorsa tornata, si è fermato al 22,04%. Avrà pesato non essere riusciti a dare vita a una coalizione più ampia.

Magari guardando verso sinistra,  dove Rifondazione Comunista ha guadagnato consensi. Raddoppiandoli rispetto a un anno fa, arriva al 15,71%,dall’8,95%, con il suo candidato Yuri Cavalieri al 16,10%.

Il quarto candidato, Maurizio Selli (12,29%), voluto dal Movimento 5 Stelle, formazione che ottiene il 12,24%, quattro punti in meno rispetto alla precedente tornata.

Il Partito democratico e più in generale il centrosinistra, si possono consolare con le vittorie negli altri comuni andati al rinnovo nella Tuscia.

A Blera, dove passa Nicola Mazzarella, con il 53,41% e a Bomarzo.

Nella città del parco dei mostri tre i candidati in corsa, ma ad avere la meglio è stato Marco Perniconi, con un risultato di tutto rispetto, il 61,84%.

Giuseppe Ferlicca


Risultati: Civita Castellana – Giampieri sindaco, il nuovo consiglio comunale –  Blera – Mazzarella sindaco, il nuovo consiglio comunale – Bomarzo – Perniconi sindaco, il nuovo consiglio comunale – Civita Castellana, Blera e Bomarzo – Risultati definitivi

Articoli: Fusco (Lega): “Un risultato non scontato che mi riempie di soddisfazione” – Di Sorte (FI): “Cresce il numero dei nostri amministratori eletti sul territorio” – Col 50,62% Luca Giampieri è il nuovo sindaco di Civita Castellana – Articoli: Battistoni (FI): “La vittoria di Luca Giampieri dimostra che l’unità paga sempre” – Benedetti (Pd): “Complimenti a Perniconi e Mazzarella e un grande grazie a Cancilla…” – Blera: Nicola Mazzarella sindaco con il 53,41% dei voti – Bomarzo: Marco Perniconi sindaco con il 61,84% – A Civita Castellana ha votato il 64,59%, a Blera il 79,47% e a Bomarzo il 76,95% – Le liste in corsa nella Tuscia


Condividi la notizia:
23 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR