--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Inchiesta rifiuti - Operazione "Vento di maestrale" - Ecco i motivi per i quali il tribunale del riesame ha annullato il provvedimento e rimesso gli indagati in libertà

“Ordinanza d’arresto appiattita sull’accusa”

Condividi la notizia:

Viterbo - Operazione "Vento di maestrale" - Il blitz di carabinieri e polstrada in comune in via Garbini

Viterbo – Operazione “Vento di maestrale” – Il blitz di carabinieri e polstrada in comune in via Garbini 

Operazione "Vento di maestrale" - Il blitz di carabinieri e polstrada a Casale Bussi

Operazione “Vento di maestrale” – Il blitz di carabinieri e polstrada a Casale Bussi 

Viterbo - Operazione "Vento di maestrale" - Il blitz di carabinieri e polstrada a Casale Bussi

Viterbo – Operazione “Vento di maestrale” – Il blitz di carabinieri e polstrada a Casale Bussi 

Viterbo – Un’ordinanza non motivata. Appiattita sulle conclusioni del pm. Per questo non ha retto. Per questo, il tribunale del Riesame l’ha annullata, rimettendo in libertà gli indagati di “Vento di maestrale”.

L’inchiesta di Noe, carabinieri e polstrada era letteralmente esplosa il mese scorso, con il blitz parallelo al comune di Viterbo e alla discarica di Casale Bussi. Nove persone agli arresti domiciliari e uno spiegamento di forze eccezionale, per la doppia frode milionaria tra Casale Bussi e Viterbo Ambiente. Due casi diversi, ma la sostanza, per l’accusa, è la stessa: lavori e servizi pagati a prezzo pieno, ma di scarsa qualità, con l’attitudine al massimo sforzo e al minimo risparmio.

Tempo tre giorni e il volto più noto dell’indagine, il dirigente comunale Ernesto Dello Vicario del settore rifiuti, si vede revocare i domiciliari. Segue Carlo Rosario Noto La Diega, il presidente del cda di Viterbo Ambiente, la ditta appaltatrice del servizio di raccolta rifiuti urbani e pulizia delle strade viterbesi.

Gli indagati che si rivolgono al tribunale del Riesame aspettano qualche giorno in più, ma l’esito è lo stesso: revoca dei domiciliari, per motivi formali e sostanziali riguardanti l’ordinanza d’arresto.

Come per “Genio e sregolatezza”, l’indagine della forestale sugli appalti truccati, anche per “Vento di maestrale” si ripropone il problema dell’ordinanza d’arresto “copia – incolla”: una modalità di esposizione degli elementi a carico degli indagati che per il Riesame non è corretta, perchè si uniforma al punto di vista dell’accusa.

I giudici romani parlano di motivazione mancante o apparente. Senza una valutazione autonoma da parte del giudice per le indagini preliminari, sul perché a carico degli indagati dei due filoni d’inchiesta c’è anche la pesante accusa di associazione a delinquere.

A onor del vero, i giudici viterbesi su questo non concordano: mentre il magistrato titolare del fascicolo, Massimiliano Siddi, vede due diverse associazioni a delinquere, una per il cdr prodotto al minimo a Casale Bussi (sul quale è stata disposta una consulenza proprio in questi giorni) e l’altra per Viterbo Ambiente, il gip Franca Marinelli non ritiene l’accusa sussistente per il capitolo dell’inchiesta che riguarda Viterbo Ambiente.

Resta comunque quello che, per il tribunale del Riesame, è un richiamo acritico alle richieste del pm. Una lunga serie di intercettazioni riportate e precedute dai riassunti della polizia giudiziaria, senza che sia stato spiegato a dovere come e perché il gip conferma il quadro accusatorio. Senza spiegare quali sono gli indizi che certificano l’esistenza di almeno un’associazione a delinquere.

Ed ecco il motivo del liberi tutti.


Condividi la notizia:
10 luglio, 2015

Inchiesta "Vento di maestrale" ... Gli articoli

  1. "Valanga di rifiuti in città, ma pochi controlli e penali a Viterbo Ambiente"
  2. Casale Bussi, 78 parti civili contro la malagestione della discarica
  3. Vento di maestrale - Viterbo Ambiente, prima udienza lampo
  4. Maxinchiesta sui rifiuti, un solo processo per otto imputati
  5. Inchiesta Viterbo Ambiente, parte il processo a Dello Vicario, Bonfiglio e Tonnetti
  6. Truffa rifiuti, al via il processo al dirigente comunale Dello Vicario
  7. Maxinchiesta sui rifiuti, processo al via anche per il direttore tecnico di Casale Bussi
  8. Maxinchiesta sui rifiuti, record di oltre cento parti civili contro Ecologia Viterbo
  9. Maxinchiesta sui rifiuti, processo al via per sette imputati
  10. Inchiesta rifiuti, sette rinvii a giudizio
  11. Truffa milionaria sui rifiuti, cinque avvisi di fine indagine
  12. Inchiesta rifiuti, gli atti tornano in procura
  13. "Ecologia Viterbo, il Comune si costituirà parte civile"
  14. Inchiesta rifiuti, la procura vuole il processo
  15. "Viterbo Ambiente, pericolo di condizionamento mafioso"
  16. "Nessun collegamento con Mafia capitale"
  17. Inchiesta rifiuti, sette avvisi di garanzia
  18. Rifiuti, il comune consegna documenti alla procura
  19. Libero anche l'ultimo uomo di Ecologia Viterbo
  20. Liberi Zadotti, Rizzo e Sacchetti
  21. Zadotti fuori dalla Ternana Calcio
  22. Revocati i domiciliari a Francesco Bonfiglio
  23. Tonnetti torna libero, annullati i domiciliari
  24. Inchiesta rifiuti, è corsa al tribunale del riesame
  25. Viterbo Ambiente, Bonfiglio interrogato per tre ore
  26. Rifiuti, ascoltato il segretario generale del comune
  27. La difesa di Dello Vicario: "Viterbo Ambiente sanzionata per 96mila euro"
  28. "Poi c'è la riccia che magari me fa 'na foto..."
  29. Revocati i domiciliari al presidente di Viterbo Ambiente
  30. Tutti i soldi che Viterbo Ambiente voleva
  31. Revocati i domiciliari a Dello Vicario
  32. Maxi interrogatori per Dello Vicario e Quintarelli
  33. "La ditta sta giocando sporco..."
  34. "Dovete spazzà, svuotà le isole e pulì per terra"
  35. Una frode da più di un milione di euro
  36. Gestione dei rifiuti, nove arresti
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR